Champions League, Garcia: Olimpico di fuoco, Roma-City sarà come una finale

Roma, 9 dic. (LaPresse) - "Tutte le partite sono importanti, questa in particolare è una finale. Normalmente noi dovremmo essree già fuori, visto che eravamo nella quarta urna e loro sono i campioni di Inghilterra. Ma se siamo qui è perchè abbiamo qualità e possiamo giocare davanti al nostro pubblico, con un Olimpico di fuoco.

Ce la dobbiamo giocare, sfruttare ogni momento, se vinciamo sarà eccezionale e puntiamo all'exploit". Lo ha detto Rudi Garcia, allenatore della Roma, nella conferenza stampa alla vigilia della partita di Champions League contro il Manchester City.

City che si presenta all'Olimpico senza il Kun Aguero. "E' un grande giocatore e mi dispiace non vederlo all'Olimpico. Ma io sono concentrato sulla Roma, il City è una squadra forte ma vogliamo qualificatci e andare vanti", ha detto Garcia secondo cui "bisogna essere concentrati solo su di noi, sulla nostra intensità e sul gioco. Sappiamo che sarà tanto difficile ma sono sicuro che ce la possiamo fare". Il tecnico transalpino è poi tornato brevemente sulla gara contro il Sassuolo: "La partita scersa è già passata, non c'è niente da fare, posso solo ribadire la grande anima della Roma in dieci e sotto di due gol". Poi si torna sul City: "Abbiamo recuperato, sarà una partita in cui dovremmo usare anche la testa ma non solo la motivazione per giocare al 100%. Sarà anche una gara tattica".

"Alleno questa rosa ogni giorno e so cosa può fare in campo. Dopo il sorteggio nel girone più difficile di tutta la Champions era normale sperare di poter giocarcela all'ultima partita come abiamo la possibilità domani", ha spiegato ancora un Garcia rilassato che a tratti ha fatto anche da 'traduttore' per il suo giocatore Gervinho. Sempre in vista della sfida dell'Olimpico, Garcia non pensa che la Roma farà calcoli: "Domani non abbiamo scelta, dobbiamo giocare per vincere. Saremo padroni del nostro destino, solo vincendo saremo sicuri di passare perchè non sappiamo cosa succederà tra Bayern e Cska. Non vedo altro da fare". Per il tecnico giallorosso quella di domani "non sarà una partita speciale solo sul piano personale. Fin qui abbiamo svolto un lavoro di squadra, la Roma negli ultimi anni era rimasta fuori dall'Europa e l'ambizione del club è giocare questo torneo così importante. Dobbiamo cogliere questa occasione, in uno Olimpico esaurto contro una grande squadra come il City". Per Garcia la sfida contro il Manchester City "sarà una tappa del nostro percorso, vogliamo dedicare la vittoria ai nostri fantastici tifosi e anche per i calciatori sarebbe il coronamento del loro lavoro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata