Champions League, Garcia: Grande Roma, peccato solo per infortuni Iturbe e Astori

Roma, 17 set. (LaPresse) - "Scontri? Non so cosa dire. Il calcio deve essere una festa, non una battaglia: è una cosa non normale". Così Rudi Garcia commenta ai microfoni di Mediaset quanto accaduto tra i tifosi russi prima e durante Roma-Cska di Champions League. "Dobbiamo buttare fuori chi fa queste cose vicino allo stadio, anche se fuori deve essere la polizia a gestire le cose", ha aggiunto il tecnico francese.

"Abbiamo giocato una bella partita, abbiamo preso i tre punti come volevamo. E' un peccato per gli infortunati ma il gioco della Roma per un'ora e un quarto è stato bello ed efficace", ha detto poi Garcia dopo la vittoria contro il Cska in Champions League. "Astori ha una distorsione al ginocchio, per Iturbe si tratta di un risentimento muscolare e valuteremo nei prossimi giorni sperando non siano gravi", ha spiegato il tecnico francese.

Quindi Garcia ha analizzato la partita dell'Olimpico: "Sappiamo che anche se il risultato era importante, il Cska non è la squadra più debole del girone e voglio sottolineare la grande gara nostra. L'abbiamo resa noi facile, prendere i 3 punti in casa è fondamentale per iniziare con due piedi giusti. Ora andremo a Manchester con fiducia per giocarcela, poi vedremo". Una Roma che ora si rituffa sul campionato e sulla sfida al Cagliari dell'ex Zeman: "Ora possiamo concentrarci al 100% sul Cagliari, vogliamo andare avanti in campionato dopo aver iniziato bene. Abbiamo una rosa ampia per tutte le competizioni, giocheremo ogni partita per vincerla".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata