Champions, la Juve a Donetsk: basta un pari per passare il turno

Donetsk (Ucraina), 5 dic. (LaPresse) - Tutto in una notte. La Juventus si gioca la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League sul campo dello Shakhtar Donetsk. Ucraini già qualificati, ai bianconeri basta un pareggio per eliminare il Chelsea campione d'Europa.

Sembra tutto facile ma così non sarà, come avverte il capitano Gigi Buffon: "non hanno niente da perdere, conosciamo il valore della nostra avversaria e la rispettiamo molto". Il passaggio del turno è importante non solo per il prestigio, ma anche sotto l'aspetto economico visto che arrivare alla seconda fase significa portare nelle casse della società tanti bei milioni.

All'ultima partita in panchina al posto di Antonio Conte, anche Angelo Alessio invita tutti alla massima concentrazione. "E' una gara cruciale. Dobbiamo fare la partita e pensare esclusivamente al nostro gioco, combattendo su ogni pallone", ha detto in conferenza stampa. E che sarà partita vera lo garantisce anche il tecnico dello Shakhtar Mircea Lucescu: "Quello di domani sarà un esame importante per noi, contro una squadra di grande tradizione e storia. Giocheremo per vincere".

Nella Juve torna a disposizione Chiellini, in attacco Conte si affida a Giovinco e Vucinic mentre a centrocampo Pogba prenderà il posto dello squalificato Marchisio. Nello Shakhtar giocherà in avanti l'ex Arsenal Eduardo al posto di Luiz Adriano, fermato dalla Uefa per il comportamento antisportivo nel match contro il Nordsjaelland.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata