Cerci: Al Toro per far bene, metterò il cuore in campo

Torino, 28 ago. (LaPresse) - "Ventura per me è un maestro ed è anche grazie a lui se sono diventato il giocatore che sono ora. Per me lui è un punto di riferimento e sono contento di essere qui e poter lavorare nuovamente con lui. Sono un ragazzo giovane e qualche errore l'ho commesso a Firenze, ma conservo ricordi bellissimi di questa esperienza". Così Alessio Cerci nel corso della conferenza stampa di presentazione da nuovo giocatore del Torino.

"Se sono qui non è solo per il mister - aggiunge l'ex attaccante di Roma e Fiorentina - il Torino anche se è una neopromossa sono convinto che possa dire la sua in questo campionato. Credo di poter dare molto alla causa granata; devo trovare quella serenità e quella tranquillità che mi permetterebbero di esprimermi al meglio".

Un Cerci carico e desideroso di far bene: "Per la società sono stato un investimento importante, non lo posso negare; io sono qui per dare sempre il massimo e mettere in mostra il miglior Cerci. Sono pronto ad assumermi le mie respnsabilità". Infine la classica promessa ai tifosi: "Prometto massimo impegno. Mi hanno chiesto di mettere sempre in campo il cuore e non voglio deluderli".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata