Cavani: Voglio dare il massimo per Napoli e provare a vincere tutto

Torino, 26 apr. (LaPresse) - "Sono guidato dalle stesse motivazioni di sempre, voglio essere un esempio dal punto di vista professionale e dare il massimo sia per il mio club sia per i miei compagni, per riuscire a vincere come squadra tutto ciò che è nelle nostre potenzialità". Impermeabile alle voci di mercato e di gossip, Edison Cavani ribadisce le sue ambizioni per il futuro. Per l'attaccante più desiderato d'Europa il destino è ancora un'incognita: i tifosi del Napoli naturalmente lo vorrebbero con la maglia azzurra a vita, ma il corteggiamento delle big del Vecchio Continente si fa sempre più serrato. Cavani ha molti estimatori in Inghilterra, dove il Manchester City è pronto a fare follie per averlo e ad investirlo come punto fermo della ricostruzione estiva. Come riporta la stampa inglese, la squadra di Mancini potrà disporre di un budget di circa 95 milioni di euro da investire in rinforzi e il grosso della somma potrebbe essere utilizzato proprio per il 'Matador'.

Il City, però, deve affrontare la temibile concorrenza del Paris Saint Germain, che potrebbe essere costretto a cercare un sostituto di Zlatan Ibrahimovic se lo svedese, come sembra, celebrerà il divorzio anticipato dai transalpini a fine stagione. In attesa che la telenovela-Cavani entri nel vivo, il bomber, che salterà la trasferta di Pescara per squalifica, ha ricevuto un riconoscimento dai tifosi italiani. L'attaccante del Napoli è stato votato attraverso la pagina Facebook ufficiale di Tim, main sponsor della Lega Serie A, come miglior giocatore del mese di gennaio. L'uruguaiano ha incontrato alcuni fortunati fans che hanno scelto di votare l'attaccante, a quota 23 gol in campionato, e che hanno avuto l'onore di consegnare al capocannoniere della Serie A il premio. "Questo è un premio fantastico, e vincerlo due volte nel corso della stessa stagione è qualcosa di speciale", ha commentato Cavani, al quale mancano soltanto due gol per raggiungere quota 100 con la maglia del Napoli. Il Matador, quarto cannoniere nella storia del club, insegue ora il mito Diego Maradona dalla vetta della classifica dei goleador azzurri di tutti i tempi. "Penso che il gol più bello e importante, e fortunatamente ne ho segnati tanti belli in carriera - così il giocatore - sia stato quello in finale di Tim Cup contro la Juventus, poiché ha aiutato il club, la squadra, i compagni, a vincere un trofeo dopo un lungo periodo senza successi". E ora il Napoli è in attesa di sapere se, per proseguire la caccia a nuovi titoli, potrà ancora contare sul suo uomo-simbolo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata