Catania, Maran: Ko contro Inter condizionato da errore arbitro

Catania, 22 ott. (LaPresse) - "Non posso essere soddisfatto, però rimane la consapevolezza che avremmo meritato il pareggio: purtroppo questo non fa classifica". Così Rolando Maran ai microfoni di RadioSportiva all'indomani della sconfitta del suo Catania in casa dell'Inter.

"La squadra ha giocato con personalità e spirito di sacrificio - dichiara il tecnico etneo - abbiamo avuto le occasioni per passare in vantaggio e alla prima occasione ci hanno puniti e hanno costruito la loro vittoria su questo gol. Poi il meritato pareggio è svanito anche perchè non siamo stati bravi a concretizzare". Inevitabile non parlare del rigore non assegnato per un fallo apparso netto ai danni di Gomez. "E' stato determinante - spiega Maran - perchè stavamo spingendo per raggiungere il pari, è stato un episodio determinante in quel momento".

"L'arbitro in più? Può dare un aiuto, ma le discussioni sugli episodi dubbi ci saranno sempre - spiega ancora Maran - quando tocca a noi subire un torto così dispiace, ma sappiamo che gli arbitri cercano di fare il loro meglio". Guardando al futuro, nel prossimo turno il Catania affronta la Juve capolista.

"E' uno stimolo importante, culleremo questo sogno in settimana - assicura Maran - questo ci deve dare maggiroe spinta, a noi come squadra e ai nostri tifosi". Infine una battuta sul mercato e sulla trattativa per Bergessio alla Fiorentina. "Non ha senso parlare di mercato, è un giocatore del Catania che la società vuole tenersi stretto", conclude lapidario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata