Cassano-Inter, futuro incerto. Ausilio: Antonio ha capito errore

Milano, 3 mar. (LaPresse) - Cassano-Inter, aria di divorzio. Non si risolverà una semplice punizione per il giocatore l'accesa lite - si parla di urla e spintoni - che ha coinvolto dopo l'allenamento di venerdì il barese e il tecnico nerazzurro Andrea Stramaccioni. Fantantonio non è stato inserito nella lista dei convocati per la trasferta di Catania e sarà con tutta probabilità multato. "Non è stato sospeso", ha chiarito Stramaccioni, che minimizza l'accaduto parlando di "cose normali da spogliatoio, come succede in tante squadre di Serie A. E non è stata una lite, ma una semplice discussione". Cassano, ha garantito l'allenatore, ritornerà ad allenarsi regolarmente e partirà con la squadra per Londra, dove l'Inter affronterà giovedì il Tottenham in Europa League. Tutto chiarito, dunque. Ma solo in apparenza. Il rapporto tra il fantasista e l'ambiente nerazzurro sembra essersi incrinato e quello con l'allenatore definitivamente compromesso. Le prime crepe si erano viste lo scorso gennaio, in occasione del match contro il Pescara: Cassano venne sostituito e non nascose al tecnico la sua disapprovazione. Il rinnovo del contratto, in scandeza nel 2014, non è più scontato e l'addio di Cassano a fine stagione non è da escludere. Toccherà a Branca e Moratti provare a fare opera di riconciliazione. Con la rosa attaccanti ridotta all'osso, l'Inter in questo momento non può fare a meno del giocatore in campo.

Cassano "ha capito di avere sbagliato e si è assolutamente allineato a quella che è la decisione presa dal mister e dalla società". Così ai microfoni di Sky Sport il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio. "Quello che conta è essere dei professionisti", prosegue il dirigente nerazzurro. "Credo che il mister sia stato chiaro già ieri in conferenza stampa, l'episodio è già chiuso. Domani - continua Ausilio - tutta la squadra, compreso Antonio, si troverà ad Appiano per allenarsi e preparare al meglio la partita di giovedì a Londra. Mi sembra di aver capito in modo abbastanza chiaro dal mister, chiudendo la conferenza stampa, che Cassano ci sarà se da lunedì si presenterà e inizierà a lavorare come tutti gli altri com'è giusto che sia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata