Caso Fifa, il principe Ali: Fossi in Blatter mi dimetterei

New York (Usa), 2 giu. (LaPresse) - Il principe Ali bin al-Hussein di Giordania, battuto venerdì da Sepp Blatter nelle elezioni alla presidenza della Fifa, ha parlato chiaro alla tv americana Cnn: "Mi sarei subito dimesso", se fossi stato in Blatter. Con riferimento allo scandalo corruzione scoppiato dopo un'indagine statunitense.

"E' responsabile. E spero che a un certo punto - ha aggiunto - si assuma le responsabilità delle proprie azioni. Perché è il presidente dell'organo di governo dello sport più popolare al mondo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata