Carrera: Conte ci dà carica. Mazzarri? Gli auguro di vincere quanto me

Vinovo (Torino), 24 ago. (LaPresse) - "Non pensiamo alla cabala, ma a batterli e a essere concentrati e carichi, con la cattiveria che ci ha permesso di sempre fare ottime partite". Massimo Carrera è pronto al debutto in campionato sulla panchina della Juventus, tra le mura amiche. Per i bianconeri il calendario ha riservato un esordio stagionale beneaugurante visto che l'avversario è il Parma, già battuto nella prima giornata dello scorso campionato. "Sarò emozionato - confessa in conferenza stampa il tecnico che sostituisce lo squalificato Antonio Conte - ma solo fino al calcio d'inizio. Poi si penserà solo alla partita, contro una squadra importate, contro cui vogliamo vincere. Rispetto allo scorso anno il Parma ha cambiato qualche elemento, ma gioca nello stesso modo. Durante la rifinitura studieremo come metterli in difficoltà".

"Io non sono Antonio, ma loro sanno che faccio le sue veci e mi ascoltano come se fossi lui. E' un grandissimo allenatore e lo ha dimostrato, ma cercherò di non far sentire la sua mancanza". La presenza dell'allenatore 'titolare', garantisce Carrera, si fa sentire: "Antonio dà la carica in settimana e durante la partita cerca di portare ulteriori motivazioni. Del resto, anche con campioni navigati c'è sempre bisogno di qualche consiglio - prosegue Carrera - e io cercherò, anche grazie alla mia esperienza di giocatore, di aiutarli. Fortunatamente abbiamo a che fare con un gruppo di uomini che capiscono la situazione. Quanto accade fuori dal campo non ci turba". Riguardo le ambizioni della squadra, che a differenza dell'anno scorso parte con i favori del pronostico, così commenta Carrera: "Lo scorso anno dicevano che eravamo favoriti perché non avevamo la Champions, ora a questo punto il ruolo dovrebbe spettare ad altre squadre. Cercheremo di ripetere quanto fatto nella passata stagione".

"Auguro a Mazzarri di vincere da allenatore quello che ho vinto io da calciatore. E finisco qua perchè voglio parlare solo della partita e parlare di calcio", così Carrera risponde a chi gli chiede un commento sulle dichiarazioni del tecnico del Napoli che lo aveva definito 'quel signore'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata