Calcioscommesse, Platini: E' un fenomeno dilagante

Bruxelles (Belgio), 28 set. (LaPresse/AP) - Il Presidente dell'Uefa Michel Platini ha ribadito che le autorità calcistiche non possono fermare da sole la diffusione del calcioscommesse e ha invitato tutti i paesi europei a rendere la frode sportiva un reato penale. Platini ha lanciato il suo grido dall'allarme al Consiglio d'Europa a Stasburgo, spiegando che il calcio e lo sport in genere rischia di essere sopraffatto da queste bande criminali che truccano le partite per ottenere vincite milionarie con le scommesse clandestine. Platini ha definito "allarmante" la diffusione di gare truccate e ha spiegato che "non è stato possibile contenere questo fenomeno soltanto con sanzioni di tipo sportivo". Per il presidente dell'Uefa è necessario un "approccio globale" tra autorità sportive e politiche per contrastare questo fenomeno. Ogni anno l'Uefa monitora circa 1800 partite dei tornei europei e 29mila gare di campionati nazionali e verifica giornalmente i flussi di giocare sulle partite.

amr

281650 Set 2011

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata