Calcioscommesse, in carcere a Cremona capo banda degli 'zingari'

Roma, 27 nov. (LaPresse/AP) - La polizia ha arrestato l'ex calciatore serbo Almir Gegic, nei cui confronti nel giugno era 2011 era stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'inchiesta sul Calcioscommesse. Latitante da più di un anno, Gegic si è costituito alla polizia del'aeroporto di Malpensa. L'uomo, che era il capo dellabanda dei cosiddetti 'zingari', si trova ora nel carcere di Cremona e verrà interrogato dal procuratore Roberto Di Martino in settimana. Nell'ambito dell'inchiesta, più di 50 persone sono state arrestate finora e più di 100 sono sotto inchiesta. Gegic avrebbe rappresentato il collegamento tra l'organizzazione asiatica e i calciatori italiani che vendevano le partite. Gegic ha giocato in Italia dal 1998 al 2000 nel Vicenza. Dal '97 al 2011 è stato invece nella rosa della squadra svizzera Chiasso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata