Calcioscommesse, Figc deferisce Napoli, Paolo Cannavaro e Grava

Roma, 26 ott. (LaPresse) - La Figc ha comunicato che il Procuratore Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica di Napoli ed espletata la conseguente attività istruttoria in sede disciplinare, ha deferito alla commissione disciplinare la società Napoli ha titolo di responsabilità oggettiva ed i calciatori Paolo Cannavaro e Gianluca Grava per omesse denuncia.

I fatti contestati si riferiscono alla gara Sampdoria-Napoli del campionato 2009-2010. Per la stessa gara sono stati deferiti per illecito sportivo i calciatori Matteo Gianello e Silvio Giusti. Secondo l'accusa i due avrebbero cercato di alterare il risultato della gara al fine di effettuare scommesse sul risultato sicuro di vittoria della Sampdoria. Gianello avrebbe contattato a riguardo i due compagni di squadra ricevendo però da loro un rifiuto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata