Calcioscommesse, Chiellini: Serve più equilibrio e celerità

Coverciano (Firenze), 10 ott. (LaPresse) - "E' normale che un giocatore della Nazionale venga considerato più importante rispetto ad altri giocatori, soprattutto per i giornali. Vengono ingrandite cose che già si sapevano e magari poi non succederà niente", così in conferenza stampa dal ritiro azzurro Giorgio Chiellini, in merito ai possibili nuovi sviluppi della vicenda calcioscommesse e al presunto coinvolgimento, secondo alcuni giornali, di Andrea Ranocchia. "Non è giusto - prosegue il centrale - ma è normale che la notizia che riguarda un giocatore della Nazionale faccia più clamore e venga dato più risalto". "So che per la giustizia non è facile - sottolinea ancora Chiellini - ma i tempi sono troppo lunghi". Il giocatore cita poi il caso Mauri: "E' stato in carcere, e dopo tre mesi non si sa ancora nulla. Gioca tranquillamente e pure bene. Si dovrebbe avere più equilibrio e un po' più di celerità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata