Calcio, Marotta: Allegri con intelligenza non ha fatto rivoluzioni

Torino, 14 set. (LaPresse) - "E' chiaro che ogni allenatore plasma la squadra a sua immagine e somiglianza, la cosa però che ha fatto Allegri con grande intelligenza è quella di non aver fatto rivoluzioni". Parola di Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, in un'intervista a 'Stadio sprint' su Raidue, tracciando un primo bilancio della gestione del nuovo tecnico, arrivato in sostituzione di Antonio Conte. Secondo il dirigente bianconero, questa "è soprattutto una Juve più esperta, un gruppo ormai consolidato e in più quest'anno abbiamo inserito degli elementi che hanno alzato il livello di qualità tra i cosiddetti 'complementari'. Allegri - prosegue - ha a disposizione una rosa completa e competitiva che risponde a quelli che sono i nostri obiettivi". "Dimenticare Conte non è facile", ammette Marotta. "Ha lasciato il segno, è entrato nella storia della Juve, prima da calciatore, da capitano e oggi anche da allenatore. Quindi - aggiunge l'ad bianconero - è chiaro che quello scetticismo, quella freddezza che ha accompagnato l'ingresso di Allegri in campo è una normale dinamica di questo nostro mondo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata