Calcio, Lippi: Pogba via a giugno? E' come Zidane. Juve è ancora la più forte

Torino, 20 gen. (LaPresse) - "Sarà un grande sacrificio privarsi di Pogba ma sarebbero tanti soldi per comprare 3-4 giocatori e garantire la continuità". Così Marcello Lippi, ex ct della Nazionale e allenatore della Juventus, commenta ai microfoni di Sky Sport le tante voci di mercato su un possibile addio del giovane fenomeno francese ai colori bianconeri. Lippi ha ricordato le analogie con la cessione di Zinedine Zidane nel 2001.

"Mi chiamò il dottor Umberto Agnelli e mi disse: 'Marcello, ho una brutta notizia per te. Dobbiamo vendere Zidane, ma stai tranquillo che prendiamo 150 miliardi'. Zidane era il giocatore più forte del momento, era una grave perdita per noi. Comprammo Nedved, Thuram e Buffon e continuammo a vincere", ha detto Lippi.

Per l'ex ct la Juve è ancora le favorita per la vittoria dello scudetto perchè "ha qualcosa più delle altre a livello di mentalità". Poi in questa stagione "ha avuto degli infortuni importanti, per esempio non ha avuto praticamente Barzagli. Hanno dovuto giocare quasi sempre gli stessi giocatori e questo alla lunga potrebbe rappresentare un problema. La società potrebbe ricorrere ai ripari per rinforzare la rosa a gennaio, ma credo sia semplicemente la più forte".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata