Calcio, Corini: Chievo ha avuto coraggio ma Napoli sarà protagonista

Roma, 15 set. (LaPresse) - "Quando vai a vincere in casa di queste squadre ci vuole una giornata importante del portiere ed il coraggio di provarci sempre". Questo il pensiero del tecnico del Chievo Eugenio Corini ai microfoni Rai di 'Radio Anch'Io Sport' su Radio all'indomani del successo ottenuto con il Napoli. "La pressione del Napoli nei primi 25 minuti è stata importante, noi avevamo troppo timore, poi più passavano i minuti più abbiamo preso coraggio, la difesa riusciva a stare più alta e accorciato meglio, creando presupposti per creare occasioni da gol - ha aggiunto l'allenatore dei clivensi parlando della partita - Bardi? E' stato determinante sul calcio di rigore, è un ragazzo su cui abbiamo puntato molto, poi è normale che in un percorso di crescita qualche difficoltà possa arrivare". Parlando del sistema calcio in Italia, Corini ha ammesso che "siamo in ritardo rispetto a Spagna e Inghilterra, penso che il calcio italiano abbia grandi risorse, se riusciamo a dare chiarezza ai vertici ad avere una linea comune - ha sottolineato - il Chievo ha investito in due ragazzi dell'Under21 (Bardi e Biraghi, ndr) e li sta facendo giocare. Penso che anche la scuola possa essere importante, fare sport a scuola aiuta, questo è un momento in cui tutti noi dobbiamo prenderci responsabilità e avere la forza di portare avanti le nostre idee".

Corini non vede comunque un Napoli in crisi. "Ha tutte le caratteristiche per essere protagonista, probabilmente la tifoseria si aspettava un mercato diverso e l'uscita dalla Champions ha creato malumore. Sicuramente però se Juventus e Roma ripeteranno il campionato dell'anno scorso sarà difficile competere per lo scudetto - ha evidenziato - La speranza è che il campionato sia equilibrato e se lo giochino tutte. Il Milan è partito forte, poi quest'anno c'è anche l'Inter". Facendo un primo confronto tra Juventus e Napoli, che il Chievo ha affrontato nelle prime due giornate, l'allenatore dei veronesi ha rivelato che "Allegri ha già dimostrato di saper vincere lo scudetto ed è molto preparato, io speravo che giocasse con un sistema diverso dal 3-5-2, i giocatori avrebbero potuto pagare qualcosa, la Juve ha fatto 102 punti e su quella struttura di squadra ha inserito giocatori di qualità, come Romulo e Pereyra, ha investito su una punta importante (Morata, ndr) ed ha trovato un giovane come Coman - ha evidenziato Corini - Il Napoli qualche punto con le piccole l'aveva perso già l'anno scorso e per nostra fortuna è successo anche ieri".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata