Calcio, Blatter: Autorità aiuteranno Fifa in lotta contro malefatte

Zurigo (Svizzera), 27 mag. (LaPresse) - "Questo è un momento difficile per il calcio, i tifosi e per la Fifa come organizzazione. Comprendiamo la delusione che molti hanno espresso e so che gli eventi di oggi influenzeranno il modo in cui molte persone ci considerano". Lo ha detto Sepp Blatter, presidente della Fifa, in un comunicato ufficiale dopo gli arresti di questa mattina di sette tra dirigenti e imprenditori accusati di corruzione. "Questi eventi sono sfavorevoli, ma deve essere chiaro che le azioni e le indagini da parte delle autorità statunitensi e svizzere sono benvenute e credo che contribuiranno a rafforzare le misure che la Fifa ha già preso per sradicare ogni malefatta dal calcio", ha aggiunto.

"Vorrei sottolineare le azioni che abbiamo preso e continueremo a prendere. Infatti, l'azione di oggi dall'ufficio svizzero del procuratore generale è partita quando abbiamo presentato un dossier alle autorità svizzere alla fine dello scorso anno", ha sottolineato ancora Blatter. "Sia chiaro: tali reati non hanno posto nel calcio e faremo in modo che coloro che si dedicano ad essi siano messi fuori gioco. Dopo gli eventi di oggi, il comitato etico indipendente - che è nel mezzo dei procedimenti riguardanti l'assegnazione delle Coppe del Mondo Fifa 2018 e 2022 - ha un'azione rapida per sospendere provvisoriamente le persone coinvolte da qualsiasi attività legate al gioco del calcio a livello nazionale e internazionale. Queste azioni sono in cima a una procedura simile che la Fifa ha preso lo scorso anno per escludere eventuali membri che violano il nostro codice etico", prosegue la nota. "Continueremo a lavorare con le autorità competenti e lavoreremo vigorosamente all'interno della Fifa per sradicare qualsiasi comportamento scorretto, di riconquistare la fiducia e che il mondo del calcio sia libero da atti illeciti", conclude Blatter.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata