Cagliari, Gigi Riva indagato per visita in carcere a Cellino

Cagliari, 9 apr. (LaPresse) - Gigi Riva, attaccante e bandiera del Cagliari degli annio '70, è indagato per la visita al presidente Massimo Cellino quando questi era detenuto nel carcere di Buoncammino. Riva è indagato per il reato di falso. Cellino è attualmente ai domiciliari ad Assemini per la vicenda Is Arenas. L'ex centravanti della Nazionale è stato interrogato ieri alle 18 in procura a Cagliari dal pm Gaetano Porcu. "Il colloquio è stato estremamente cordiale e si è svolto in un clima di assoluta serenità", ha spiegato il legale di Riva Massimiliano Ravenna. L'intergatorio doveva svolgersi lo scorso 28 marzo, ma per impegni del legale di Riva si è svolto ieri e fino ad oggi è rimasto segreto. "Riva si è detto stupito e del tutto ignaro che non potesse recarsi a far visita a Cellino in carcere", ha spiegato il legale.

L'avvocato ha detto che Riva ha chiarito la sua posizione, spiegando come sono andate le cose: "Riva ha visto in tv il deputato Mauro Pili andare a trovare Cellino in carcere, per questo ha chiesto al parlamentare se potesse accompagnarlo a salutare il presidente. L'onoreveole Pili ha risposto affermativamente - spiega l'avvocato Ravenna -, sono andati in carcere, Pili ha compilato un modulo che Riva ha firmato senza sapere cosa ci fosse scritto. Pensava si trattasse di un foglio da compilare per prassi, tanto è vero che è entrato senza che nessuno gli contestasse nulla". Riva "ha agito in assoluta buona fede", oltrettutto essendo persona nota è improbabile che "lo potessero scambiare per qualcun'altro". Sul modulo però c'era scritto "accompagnatore, non collaboratore e per questo viene contestato il falso", spiega ancora il legale. L'avvocato Ravenna si dice comunque "fiducioso per il buon esito della vicenda. Ci può stare anche una richiesta di archiviazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata