Buffon: Avevo sperato in un miracolo sportivo, sconfitta sarebbe stata immeritata

Torino, 4 nov. (LaPresse) - "Al 61° minuto sicuramente c'era la possibilità che la sfiducia e lo scoramento ci attanagliasse. Però in cuor mio speravo che potesse verificarsi questo miracolo sportivo, perché era un qualcosa che la sorte ci doveva, per quanto fatto all'andata e per quanto stavamo facendo stasera". Gianluigi Buffon, portiere e capitano della Juventus, commenta così la vittoria in rimonta sull'Olympiacos. Il numero uno bianconero, intervistato da Sky Sport, racconta l'azione che ha portato al gol dell'1-1 dei greci: "In quella occasione la palla era un po' più lunga rispetto a quello che pensavo e per cui, di conseguenza, l'ho voluta allungare senza rischiare, magari, di perderla. Ho detto 'alla fine è solo un angolo'. Poi invece capisci che era meglio a quel punto rischiare. In una partita come questa sera, l'aver messo a repentaglio la qualificazione e una vittoria più che meritata, perché abbiamo preso gol su due palle inattive, sarebbe stato una punizione troppo severa per noi che alla fine tra andata e ritorno abbiamo creato un numero infinito di palle gol e però alla fine abbiamo vinto solo una gara". "La mia esultanza dopo il 2-2? Siamo stati bravi a rimanere in partita e a non concedere praticamente nulla. Nella ripresa abbiamo ricominciato a macinare gioco e a creare occasioni e nonostante il 2-1 per loro, abbiamo proseguito su questa linea e siamo stati meritatamente premiati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata