Bufera su test Mercedes, Tronchetti: Pirelli ha rispettato le regole

Venezia, 7 giu. (LaPresse) - "Hanno cercato di mettere in mezzo Pirelli, ma non ci riguarda". Marco Tronchetti Provera difende la sua azienda dalla bufera che ha spaccato la Formula 1 sui presunti test irregolari eseguiti insieme alla Mercedes. Parole che arrivano due giorni dopo la decisione del Tribunale Internazionale della Fia di rinviare a giudizio la scuderia tedesca e il fornitore unico dei pneumatici del Mondiale di Formula 1. "Pirelli ha sempre rispettato le regole - commenta Tronchetti - e continuerà a rispettarle e, supportati da tutti, abbiamo fatto quello che tutti i team ci hanno chiesto e abbiamo contribuito a vedere quanto conta la tecnologia anche del pneumatico nelle corse".

I fatti all'origine del caso sono ormai noti. Il 15, 16, 17 maggio scorso, sul circuito del Montmelò, pochi giorni il trionfo di Fernando Alonso nel Gran Premio di Spagna, la Mercedes ha effettuato dei test con le gomme Pirelli, per un totale di 1000 chilometri (ma c'è chi dice la distanza sia stata anche maggiore). Proprio la scuderia di Stoccarda, nella precedente gara, aveva mostrato evidenti difficoltà nel trattare il degrado dei pneumatici. La notizia dei test, però, è rimasta segreta fino al weekend di Montecarlo. Immediato il reclamo della Red Bull e della Ferrari. Ora sarà il Tribunale della Fia a fare chiarezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata