Bryant annuncia l'addio: ultima stagione per la leggenda dei Lakers

Los Angeles (California, Usa), 30 nov. (LaPresse) - Kobe Bryant dice basta. Questa sarà l'ultima stagione in Nba di una delle più grandi stelle del basket di ogni tempo, un giocatore amatissimo dai tifosi di tutto il mondo. In una commovente lettera al portale 'Players' Tribune', la 37enne guardia tiratrice cresciuta nel mito di Michael Jordan ha ammesso che, se cuore e testa sono ancora pronti a lottare in campo, "il corpo sa che è il momento di dire addio".

Un congedo che era nell'aria, visti i molti problemi fisici accusati da 'Black Mamba' negli ultimi tempi tra cui il lungo stop dovuto al grave infortunio al tendine d'Achille. Anche un uomo abituato da sempre a superare i limiti deve arrendersi al trascorrere, inevitabile, del tempo. Resta la fortissima emozione di ogni appassionato di sport nell'apprendere come il congedo, ormai nell'aria, si appresti a diventare realtà.

Nato a Filadelfia nel 1978, il nome di Bryant è legato indissolubilmente a quello dei Lakers. Maglia vestita dal 1996, dopo la cessione decisa dai Charlotte Hornets che vogliono in cambio il serbo Vlade Divac, chiuso a Los Angeles da un 'certo' Shaquille O'Neal. E' l'inizio di una carriera leggendaria. Con i Lakers, Bryant si aggiudica cinque titoli Nba e diventa il terzo cestista più prolifico della storia: davanti a lui resistono Jabbar e Malone. Nel suo curriculum, anche il premio Mvp 2008 e quello di miglior giocatore delle Finals 2009 e 2010.

Anche in nazionale Bryant lascia il segno, conquistando due ori olimpici (Pechino 2008 e Londra 2012) e i Campionati americani del 2007. Numeri, colpi di classe, trionfi che rendono Bryant il più grande giocatore della sua generazione. Le sue gesta aiutano ad espandere la fama della Nba oltre gli States. Regalando un pizzico di orgoglio anche all'Italia: il Belpaese è parte importante dell'infanzia del cestista, visto che è qui che da giovanissimo ha imparato ad amare e praticare la pallacanestro imitando le gesta del padre Joseph, che a fine carriera ha giocato a Reggio Calabria, Pistoia e Reggio Emilia.

Se 'Black Mamba' ha svelato di essere pronto ad affrontare le ultime tappe del suo personale viale del tramonto, i tifosi si preparano ad assaporare ogni singola scena del tour finale del Bryant-show. Lo ha promesso lo stesso giocatore, nella sua lettera indirizzata al gioco del basket: "Sono pronto a lasciarti andare, e voglio che tu lo sappia così entrambi possiamo assaporare ogni momento che ci rimane insieme".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata