Brasile pareggia in amichevole con Cile, 2-2 tra i fischi dei tifosi

Belo Horizonte (Brasile), 25 apr. (LaPresse/AP) - Pareggio con contestazioni per il Brasile, impegnato in amichevole contro il Cile a Belo Horizonte e campanello d'allarme per Scolari in vista della prossima Confederation Cup. L'incontro, disputato davanti a 50mila spettatori, è finito 2-2, con la nazionale di casa capace di creare numerose occasioni da rete ma anche di scatenare il malcontento dei tifosi con molti errori, tanto da essere accompagnata dai fischi e alla fine salutata da slogan di scherno. E' la 'Roja' a passare in vantaggio dopo otto minuti con un colpo di testa di Gonzalez. Al 25' la Selecao, scesa in campo solo con giocatori militanti in Brasile, trova il pari con un'incornata di Rever. Nella ripresa, al 10', è Neymar a firmare il 2-1 in favore dei verdeoro su cross di Pato.

Poi l'ex napoletano Edu Vargas realizza con una conclusione dalla distanza il gol del definitivo 2-2 (19'). A tempo scaduto, il Cile è rimasto in dieci uomini per l'espulsione di Leal, reo di un duro intervento. "Non era quello che ci aspettavamo", ha ammesso Pato a fine gara spiegando che la squadra "deve continuare a lavorare". "Abbiamo cercato di fare del nostro meglio. Sappiamo che davanti abbiamo un torneo importante ma sapevamo che sarebbe stata dura", gli ha fatto eco Ronaldinho, che ha indossato la fascia da capitano. Da quando Scolari è tornato alla guida della nazionale verdeoro, la squadra ha vinto una sola partita. Il match si è disputato allo stadio Mineirao, una delle sei sedi della Confederation Cup e dei prossimi Mondiali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata