Boxe, tutto pronto a Las Vegas per la sfida del secolo Mayweather-Pacquiao

Las Vegas (Nevada, Usa), 1 mag. (LaPresse/Reuters) - E' tutto pronto a Las Vegas per quella che è stata ribattezzata la sfida del secolo tra Floyd Mayweather Jr. e Manny Pacquiao per il titolo mondiale unificato dei pesi welter. Un match che comunque un record l'ha già battuto: quello del più ricco di tutti i tempi per quanto riguarda il giro d'affari multilionario tra diritti tv, sponsor e ingaggi dei due pugili. Basta pensare che un posto a bordo ring all'MGM Grand Garden, capace di contenere 16.800 spettatori, costa 10mila dollari mentre i tagliandi più economici costano 1500 dollari.

Per vedere il match in pay per view servono invece 100 dollari, si stima un pubblico di 3 milioni di persone. Da record anche la cintura di campione creata per l'occasione con 3.000 smeraldi per rendere ancora più prezioso il confronto tra quelli che sono considerati attualmente i due più forti pugili 'pound for pound'. "Si è parlato così tanto di questo match che la gente è disposta a pagare qualsiasi prezzo per vederlo", ha detto alla Reuters Oscar De La Hoya uno dei pochi pugili ad aver combattuto sia con Mayweather che con Pacquiao.

"Gli ingredienti per un grande match ci sono, dipente tutto da Pacquiao", ha detto ancora De La Hoya che ha perso contro entrambi i pugili. Per Mayweather sarà l' undicesimo incontro consecutivo all'MGM Grand di Las Vegas mentre Pacquiao avrà al suo angolo un'intera nazione. Politico, filantropo, star della tv e del cinema, anche giocatore di basket, Pacquiao è un eroe in patria dove la sua immagine è raffigurata su francobolli e videogiochi. La sua storia di un nato povero che diventa multimionario è fonte di ispirazione per tutte le Filippine. "Non riesco a immaginare che il ragazzo che aveva fame e dormiva in strada sia diventato quello che sono ora", ha detto l'otto volte campione del mondo conosciuto con il nomignolo di Pacman. "Ho un buon feeling per questo match. Per me conta rendere i tifosi felici. Stanno pagando dei soldi e meritano di vedere un bel match", ha aggiunto.

A Mayweather il match potrebbe dargli un posto nel pantheon dei grandi della boxe. Anche se si fosse ritirato con un record da imbattuto, ci sarebbe stato sempre un grande punto interrogativo se non si fosse confrontato contro il più forte pugile della sua stessa epoca. Quel match invece si farà e per l'eccentrico e problematico campione americano (in 'carriera' vanta diverse denunce e un periodo passato in galera per violenza domestica, ndr) "sarà un confronto tra due pugili al top. Non sappiamo come andrà a finire ma credo nelle mie capacità e ho intenzione di vincere".

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata