Boniek: L'insulto di De Rossi a Mandzukic? Non è razzismo
L'ex juventino parla del labiale rivolto ieri dal romanista al giocatore croato

"Non c'era razzismo, quando sei arrabbiato ed offendi qualcuno, cerchi sempre il punto più debole". Zbigniew Boniek, ex giocatore di Juventus e Roma, commenta così a proposito dell'insulto, rivelato dal labiale, rivolto da Daniele De Rossi a Mario Mandzukic nel corso di Juventus-Roma di ieri sera. "Sono cose che in campo sono sempre successe, quando sei arrabbiatissimo una frase ti può scappare", ha spiegato il dirigente polacco ai microfoni di Radio Sport anch'io su Radiouno. "Una volta c'erano meno telecamere e la gente era diversa, le cose si chiarivano dentro i tunnel. Oggi tutti vogliono incuriosire i giornalisti", ha aggiunto. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata