Blatter: Mi hanno abbandonato, ora combatto per mio onore

Zurigo (Svizzera), 29 dic. (LaPresse/Reuters) - "Io non combatto più per la Fifa, mi hanno abbandonato. Ora lotterò solo per me stesso e per il mio onore". Così Sepp Blatter alla rivista tedesca 'Bunte': lo svizzero otto giorni fa è stato sospeso per otto anni dal Comitato Etico della Fifa, che ha guidato per 17 anni, perché giudicato colpevole di corruzione.

Al magazine l'ex numero 1 del calcio mondiale ha confidato di sentirsi "rinvigorito" dalle "false affermazioni" contro di lui: "Dopo le vacanze di Natale riprenderò a combattere".

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata