BetFlag: una web tv per un progetto vincente
L'ippica non è un mercato morto, ha solo bisogno di essere valorizzato. Parola dei promotori del progetto BetFlag che hanno deciso di introdurre una serie di servizi a vantaggio dell'utente. Priorità assoluta, un canale web-tv per ogni ippodromo per poter "trasmettere precorsa, corsa e dopocorsa per singolo ippodromo riservando al cliente la possibilità di avere una visione completa degli avvenimenti su cui scommettere: dallo stato di salute dei cavalli e dei fantini ai commenti degli esperti, oltre alla possibilità di vivere live le corse". Un progetto che potrebbe rivelarsi molto utilie per gli scommettitori. "Come qualsiasi altro tipo di sport, uno scommettitore ha necessità di vedere la corsa, di tenersi informato, così come accade nel calcio, negli sport motoristici e, soprattutto, nel live. Già, il live: dati alla mano, la raccolta online delle scommesse sul calcio durante gli Europei, raggiunge anche l'80% della raccolta totale", spiegano da BetFlag. "E' per questo che avevamo iniziato a installare – a nostre spese - telecamere e predisporre collaboratori negli ippodromi che, condividendo il nostro progetto hanno dato immediatamente la propria disponibilità. - si legge in una nota della società - La trasmissione di tutte le corse sul web, avrebbe messo lo scommettitore nelle condizioni ideali per poter effettuare le sue giocate. Senza capirne i motivi, però le istituzioni hanno bloccato ogni tentativo di BetFlag di proseguire il progetto, frenando di fatto i nostri investimenti che avrebbero dato anche nuova linfa agli ippodromi. E' importante sottolineare che nei giorni precedenti alla 'diffida' da parte dell'Ente competente rivolta a noi e a taluni ippodromi, la raccolta delle scommesse sulle corse dei cavalli era due volte superiore all'attuale, fatto dovuto essenzialmente all'avvicinamento dei neofiti, già esperti di scommesse sportive". BetFlag ha, infine, annunciato che grazie alla collaborazione degli ippodromi italiani sono in programma una serie di eventi per coinvolgere oltre che gli scommettitori tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dell'ippica. RED/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata