Berlusconi: Vendita Milan? Sono fantasie altrui

Milano, 29 apr. (LaPresse) - "Vendita Milan? Sono fantasie altrui". Lo ha detto Silvio Berlusconi, presidente del Milan, uscendo dagli studi Mediaset di Cologno Monzese. Il patron rossonero torna così a smentire le voci che ormai da mesi si susseguono su un possibile disimpegno della famiglia. "Mio padre e' legatissimo, ma non ne so nulla, leggo i giornali, con il Milan mi distraggo". Cosi' anche Pier Silvio Berlusconi, al termine dell'assemblea degli azionisti Mediaset, in merito alla ventilata cessione del Milan.

Solo di pochi giorni fa l'ultima indiscrezione secondo cui il magnate di Singapre Peter Lim sarebbe pronto a fare un'offerta per rilevare la maggioranza delle quote della società per circa 350 milioni di euro.

Era stato lo stesso Berlusconi intervenendo a Porta a Porta a considerare improbabile una cessione del Milan soprattutto alle cifre fin qui circolate. "Il Milan non si vende e vale di più di 500 milioni, non scherziamo sulle cose sacre", aveva dichiarato l'ex premier. La stessa Barbara Berlusconi, figlia del presidente, ha più volte dichiarato che il Milan vale molto di più di 500 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata