Berlusconi: Mi scuso con Balotelli, non è mela marcia

Torino, 14 gen. (LaPresse) - "Quando ho parlato di mela marcia avevo fatto un discorso relativo al fatto che nello spogliatoio servono presenze positive non era riferito a Balotelli e mi scuso se può essere stata presa come una frase nei suoi confronti". Così il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, in un'intervista esclusiva a Sky Sport rettifica quanto detto la scorsa settimana relativamente a Mario Balotelli. "Se può arrivare al Milan? Non ho mai sentito di un'apertura di trattativa con lui da parte di qualcuno della mia società e nessuno me lo ha indicato come nostro target", ha però voluto specificare Berlusconi. Il patron rossonero è stato anche più chiaro sul futuro di Massimiliano Allegri, sul quale spesso aveva glissato: "Allegri è il nostro allenatore ed il rapporto con lui continua anche nel futuro. Abbiamo un contratto anche per l'anno prossimo", ha spiegato.

Sul futuro del Milan, invece, Berlusconi ha chiesto calma ai tifosi: "Ci vuole tempo e pazienza prima di trovare giovani capaci e poi farli diventare una squadra nella missione che è sempre stata data ai giocatori del Milan ovvero essere padroni del campo, fare un bel gioco, rispettare gli avversari e possibilmente anche vincere", ha detto. Infine una battuta sul mercato: " Sto tormentando Galliani perché avendo individuato possibili acquisti li porti a termine entro gennaio - ha concluso - niente nomi però perché Galliani me lo ha impedito".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata