Benitez: Napoli è sulla strada giusta. Higuain? E' fortissimo

Dimaro (Trento), 26 lug. (LaPresse) - "È chiara l'idea del presidente di fare una società sempre più forte, seguendo sempre il bilancio". Tracciando un bilancio delle sue prime settimane al Napoli, Rafa Benitez sottolinea la validità del progetto del club di De Laurentiis. "Abbiamo lavorato seguendo tre strade", spiega il tecnico spagnolo dal ritiro di Dimaro. "La prima è quella di migliorare la prima squadra, ma guardiamo anche agli anni prossimi. I giocatori sono di livello internazionale, hanno 3-4-5 anni davanti per fare un buon lavoro. La seconda strada - prosegue Benitez - è quella di migliorare la struttura e la percezione della società a livello internazionale. Tutto il mondo ora parla del Napoli perché ha i soldi, ma c'è stato un lavoro prima, il denaro c'era già, certo la cessione di Cavani ha fatto differenza ma tutto si fa con la stessa idea". "La terza strada - aggiunge il tecnico spagnolo - è lavorare nel settore giovanile, prendere giovani di livello, migliorare la base per avere più giocatori locali. I tifosi devono essere contenti, perché il futuro del Napoli è buono e positivo".

MERCATO - "Ho imparato la parola 'condividere'. Con Bigon parliamo ogni giorno del mercato, sempre guardando al bilancio. Poi decidiamo cosa è meglio per noi. Non è una scelta mia o sua, condividiamo ogni giorno ogni decisione". Così Benitez chiarisce sulla trattativa avviata dal Napoli per Jackson Martinez e sulla dichiarazione del patron De Laurentiis secondo cui l'ultima parola sul giocatore spetterà proprio al tecnico. Lo spagnolo elogia poi i nuovi arrivi, tra i quali Gonzalo Higuain: "E' un arrivo importante. Ora possiamo prendere giocatori come Higuain, Callejon, Mertenz, Reina. Giocatori di livello internazionale che vengono per vincere. Higuain è fortissimo, segnava molto in una squadra forte come Real, lo conosco bene, tutti me ne parlano bene. E' un giocatore importante per noi, ma squadra deve giocare per vincere. Se farà gol lui o altri, per me è sarà stesso".

ZUNIGA - "La situazione è chiara: lui è un giocatore molto importante per noi". Così Benitez, parlando di Juan Camilo Zuniga, il giocatore che potrebbe lasciare il Napoli per accasarsi alla Juventus. "Gli ho parlato per capire cosa pensa. Vogliamo che rimanga e stiamo lavorando per fare tuto quello che possiamo", chiarisce il tecnico spagnolo. "E se andremo avanti con lui, sarò molto contento", aggiunge Benitez.

"TANTO ANCORA DA FARE" - "Abbiamo ancora tanto da fare ma siamo sulla strada giusta". Lo ha detto Rafa Benitez, tracciando un bilancio delle prime settimane sulla panchina del Napoli. "Se sento la responsabilità? A me piace avere una squadra forte. Non mi piace vedere la Champions da casa, se ho accettato è perché ho fiducia che si possa fare bene", mette in chiaro il tecnico spagnolo. Il discorso di sposta sul modulo: "Può essere certamente variabile. Partiremo con il 4-2-3-1 ma questa squadra ha sempre giocato con i 5 dietro e potremo anche adeguarci cammin facendo a seconda dei momenti", spiega l'ex allenatore del Chelsea che non nasconde l'ambizione in vista del campionato. "La Juve è fortissima, poi - sottolinea - ci sono Inter, Milan, Fiorentina e tante altre squadre di grande livello. Noi vogliamo inserirci al top della classifica. Se facciamo le cose per bene possiamo riuscirci". Il tecnico spagnolo si dichiara soddisfatto dell'atteggiamento della squadra nel ritiro di Dimaro: "Mi è piaciuto l'atteggiamento dei giocatori, tutti sono stati disponibili. Tutti hanno fatto un grande lavoro, ma ancora dobbiamo migliorare". "Questa è una squadra ideale, forte, con giocatori di carattere, volontà e qualità", prosegue Benitez. "Siamo vicini a quello che voglio, vedremo durante l'anno se con questo lavoro possiamo fare le cose che chiedo, se no dovremo cambiare. Son contento del mercato, anche si può fare di più", aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata