Benitez chiede riscatto: Dimostreremo che Napoli è forte e vuole ancora vincere

Napoli, 5 ott. (LaPresse) - "E' una partita difficile, come tutte quelle del campionato italiano. Loro lavoreranno tanto per avere un risultato positivo. Noi dobbiamo dimostrare, dopo l'Arsenal, che la squadra c'è, è forte e vuole ancora vincere". Rafa Benitez, allenatore del Napoli, suona la carica in vista del match di campionato contro il Livorno. Un impegno che arriva dopo la sconfitta in Champions contro i londinesi. "Con quattro giorni di riposo abbiamo potuto lavorare meglio. Abbiamo analizzato gli errori fatti con l'Arsenal, lavoriamo su come evitarli", chiarisce lo spagnolo in conferenza stampa. "Contro il Livorno sarà una partita chiaramente diversa e sono molto fiducioso su come la affronteremo".

Sarà un match, prosegue Benitez, "di grande intensità, per dimostrare che ancora abbiamo fiducia in quello che facciamo e vogliamo fare bene fino alla fine. Servirà carattere. Gli ultimi allenamenti sono andati bene, sono soddisfatto di quanto ho visto". "Con che spirito affronteremo il Livorno? Senza fretta e senza pausa", spiega Benitez. "Con la convinzione che abbiamo fatto benissimo in tante altre e dobbiamo continuare con la stessa idea, allo stesso modo. E' una sfida e una possibilità - aggiunge lo spagnolo - per dimostrare il carattere di questa squadra".

"Higuain, Zuniga, Albiol, Maggio sono convocati in nazionale ma non potranno andarci perché sono infortunati. Sono acciaccati e dobbiamo recuperarli". Benitez traccia il punto sulla situazione infermeria: in assenza del 'Pepita', potrebbero giocare in attacco Zapata o Pandev. "Duvan è all'inizio, deve ancora migliorare condizione e adattamento, sta crescendo", chiarisce il tecnico spagnolo. "Pandev ha fatto bene con il Genoa, segnando due gol, mentre con l'Arsenal era più difficile. Tutti a due sono a disposizione ed entrambi possono giocare".

"Abbiamo anche la possibilità di Callejon che ha caratteristiche di centravanti", puntualizza Benitez. "Vedremo, sono certo che chiunque giocherà lo farà al meglio. Poi se la squadra gira, girano bene anche i singoli". Lo spagnolo parla anche del momento di Hamsik: "Ha il 100 per cento della mia fiducia. Sono contentissimo, lui è un giocatore importante, deve continuare a lavorare. Farà bene, non ci sono problemi, è un professionista quasi perfetto", garantisce il tecnico dei partenopei che elogia uno dei volti nuovi della squadra, Mertens: "Non si sta allenando bene, ma benissimo. Sono molto contento, ha qualità e vuole fare bene per la squadra. Ogni allenamento è un esempio per tutti. Se domani può partire dal primo minuto? E' possibile". In quanto all'argomento difesa, Benitez chiarisce: "Quando abbiamo più giorni per lavorare è più facile, abbiamo fatto più lavoro tattico in campo. Vediamo come va. Tutti sono disponibili, Britos, Fernandez, Cannavaro e Uvini. Non ho ancora deciso, parlerò ancora col cuscino...", scherza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata