Batistuta: Fiorentina può andare in finale di Europa League, alla Juve mangerei le orecchie

Firenze, 19 mar. (LaPresse) - "Fiorentina-Juve? Dico a tutti di avere fiducia, i ragazzi saranno carichi e state tranquilli, faranno una grande gara". Così Gabriel Omar Batistuta, ex centravanti e bandiera della Fiorentina, interviene a Lady Radio per commentare la vigilia del ritorno degli ottavi di Europa League contro i bianconeri. Il Re Leone conosce bene il clima con cui Firenze sta vivendo questa vigilia: "Mi sembra giusto l'entusiasmo che c'è per questa partita, sia perché contro la Juventus non è mai una partita qualunque, sia perché in questo caso c'è in palio un passaggio del turno in una competizione che vale una Coppa. Invidio un po' i giocatori viola in questo momento, vorrei esserci anch'io. Tutti i calciatori si allenano per giocare questo tipo di partite. Servirà serenità e tanta volontà". Per passare il turno "basterà la solita Fiorentina col suo stile di gioco, anche se dall'altra parte ci sarà una squadra bella e tosta", rimarca Batistuta.

Nella Juve attenzione al suo connazionale Carlos Tevez. "E' un vincente - avverte - farà di tutto per regalare la qualificazione alla sua squadra, ma bisognerà stare attenti non solo a lui, ma a tutta la squadra bianconera. La Juve quest'anno ha fatto la differenza col collettivo più che con le individualità". Fiorentina che punterà invece su Mario Gomez: "Non so come stia adesso fisicamente, dopo gli infortuni in genere può accadere che dopo un paio di partite ci sia un calo fisico, speriamo non sia il suo caso. Se la Fiorentina dovesse passare il turno vedrò di venire a Torino per la finale. Poi non voglio promettere troppo, anche perché la viola ha molte possibilità di passare il turno e arrivare in finale. Quindi non voglio rischiare di fare troppe promesse... (ride, ndr)".

Altro giocatore chiave in maglia viola è Gonzalo Rodriguez. "In Argentina il discorso Nazionale per lui è un po' chiuso. Il ct ha già espresso la sua idea, chiudendo la porta ad eventuali sorprese, a meno che non succeda qualcosa in particolare. Le coreografie di domani al Franchi? A Firenze sono sempre state particolari e bellissime, non se ne vedono molte del genere in giro per l'Italia. Colgo anche l'occasione per ringraziare ancora tutte le persone che si sono rese protagoniste con le coreografie nei miei confronti quando giocavo a Firenze". Sulla mitraglia degli juventini all'andata. "Se va a finire come l'altra volta va bene lo stesso...". Batistuta più che su un singolo punta "più che altro sulla squadra, anche perché in questo tipo di partite spesso vengono fuori gol da giocatori inaspettati". Sulle voci sul suo ritorno alla Fiorentina, glissa: "Chissà, lasciato il calcio ho iniziato col Polo, ma ancora non faccio il mago (ride, ndr)". Infine un'ultima battuta sul tweet della Juventus 'Buona la Fiorentina a pranzo': "Sono queste le cose che devono caricare i giocatori. Io già con quella frase in testa gli avrei mangiato le orecchie...".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata