Basket, Petrucci: Girone Europei di ferro ma Italia può battere tutti

Roma, 4 set. (LaPresse) - "Dopo più di quaranta giorni finalmente si parte. Ogni manifestazione per me, dopo molti anni di militanza, ha un significato particolare. Questa ha il significato di chi vuole e deve arrivare. Il nostro è un girone di ferro, lo sappiamo, ma sappiamo anche che possiamo vincere contro tutti". Lo dice il presidente della Federbasket, Gianni Petrucci, in conferenza stampa da Berlino dove da domani l'Italia inizierà la sua avventura ai campionati Europei sfidando la Turchia. "Negli scorsi anni si parlava della Nazionale come di un optional e noi oggi siamo contenti di averla riportata al centro dell'attenzione - aggiunge - Molti pensavano, in inverno, che i ragazzi della Nba non sarebbero stati con noi in estate; sono qui e con la squadra al completo sono compatti, a cominciare dal nostro capitano Gigi Datome. Abbiamo un allenatore che ci ha riportato nelle prime otto posizioni in Europa, e non dimentichiamoci da dove siamo partiti".

Il numero uno della Federbasket manifesta ottimismo: "In questi giorni - dice - sono tornato bambino e in pratica sto vivendo la squadra giorno per giorno. Negli occhi di tutti i ragazzi vedo convinzione e come ho avuto modo di dire già nel recente passato, abbiamo tutti giocatori che possono essere titolari in molte squadre top in Europa. Perché non sognare? Oggi questa è la mia squadra, il mio amore. Non sono un Presidente facile perché punto sempre al massimo". A tifare per gli Azzurri anche il nuotatore campione del mondo dei 1500 stile libero Gregorio Paltrinieri, grande appassionato di pallacanestro: "Mi fa molto piacere che sia qui con noi. Dico sempre che il basket è uno sport intelligente e se lui è un grande appassionato del nostro sport un motivo c'è", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata