Basket, Nba: San Antonio si arrende a Memphis dopo 3 overtime, Denver ko

San Antonio (Texas, Usa), 18 dic. (LaPresse/AP) - Recitano un ruolo protagonisti ma escono sconfitti gli italiani impegnati nella notte Nba. Marco Belinelli realizza 15 punti con 4 rimbalzi e 2 assist in 43' di impiego ma San Antonio cade dopo tre tempi supplementari (117-116) contro Memphis. Tra i Grizzlies prestazione sontuosa per Gasol (26 punti) e Randolph (21 punti e 21 rimbalzi), mentre agli Spurs non bastano i 23 punti, con 16 rimbalzi, di Duncan ed i 21 di Ginobili. Sconfitta anche per Danilo Gallinari e i suoi Nuggets, ko contro Houston dopo un tempo supplementare (111-115). Il 'Gallo' rientra dopo tre gare di assenza e sigla 16 punti, con 2 rimbalzi e 2 assist, rimanendo sul parquet 26'. Chandler aggiunge 23 punti, Afflalo 22, ma i Rockets, trascinati da un Harden in gran spolvero da 41 punti, alla fine hanno la meglio. Cade anche Detroit, con Datome che rimane escluso dal referto. Dallas la spunta infatti vincendo 117-106 grazie ai 32 punti e e 7 rimbalzi di Chandler Parsons ed ai 25 con 8 assist di Monta Ellis.

Nelle altre gare disputate sorprende il tonfo interno di Cleveland contro Atlanta (127-98), all'undicesima vittoria nelle ultime dodici gare. Gli Hawks hanno mandato 7 giocatori in doppia cifra. Spiccano i 20 punti di Horford ed i 24 (career-high) di Mack. Ai Cavaliers, andati incontro finora alla peggior sconfitta stagionale, non sono bastati i 21 punti di LeBron James, che non è sceso sul parquet nell'ultimo quarto. Non va certo meglio a Miami, che perde in casa contro Utah (105-87) e ottiene la settima sconfitta interna delle ultime otto gare. Inutili per gli Heat i 42 punti di Dwyane Wade. Successi anche per Toronto su Brooklyn (105-89) e di Phoenix su Charlotte (111-106).

Rajon Rondo con 13 punti, 15 assist e 7 rimbalzi guida Boston alla vittoria contro Orlando, alla quarta sconfitta nelle ultime cinque uscite, nonostante la doppia doppia di Nikola Vucevic (18 punti e 13 rimbalzi) ed i 17 punti di Tobias Harris. Prosegue il buon momento di Portland, che supera non senza difficoltà Milwaukee. Lo strappo decisivo arriva nell'ultimo quarto grazie ai 23 punti e 15 rimbalzi di LaMarcus Aldridge e ai 29 punti e 7 assist di Damian Lillard. Ai Bucks, privi del rookie Jabari Parker che salterà il resto della stagione per una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, non sono serviti i 24 punti di Brandon Knight. Infine, vittoria al cardiopalma per i Clippers che battono 102-100 Indiana grazie ai 31 punti e 16 rimbalzi di Blake Griffin e ai 15 punti e 23 rimbalzi di DeAndre Jordan. Solita prestazione solida anche per Chris Paul con 20 punti e 9 assist, per l'undicesima vittoria in tredici partite della franchigia di Los Angeles. Ai Pacers non è bastato mandare sette giocatori in doppia cifra per avere la meglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata