Basket, Nba: ritorno flop per King James a Cleveland, Datome spettatore

Cleveland (Ohio, Usa), 31 ott. (LaPresse/AP) - Esordio amaro per LeBron James nella sua seconda avventura con la maglia del Cleveland Cavs. Il Prescelto non è riuscito ad evitare una sorprendente sconfitta interna contro i New York Knicks per 95-90. Elettrizzante l'atmosfera nell'Arena di Cleveland, con il pubblico letteralmente in delirio quando lo speaker ha pronunciato il nome di LeBron James. Tornato ai Cavs nel suo nativo Ohio quest'estate dopo aver vinto due titoli Nba a Miami, King James ha chiuso con 17 punti ma con 5/15 al tiro con otto palle perse. Carmelo Anthony ha rovinato la grande festa di Cleveland per il ritorno del suo idolo segnando 25 punti compreso un dumper decisivo a 25 secondi dalla fine proprio in faccia al suo grande rivale. Non sono bastati ai Cavs i 22 punti di Kyrie Irving, mentre Kevin Love ha chiuso con 19 punti e 14 rimbalzi per i Cavs. Knicks privi dell'azzurro Andrea Bargnani, ancora alla prese con problemi di natura fisica. Con Gigi Datome in panchina per tutti i 48 minuti, i Detroit Pistons vengono sconfitti per 97-91 sul parquet dei Minnesota Timberwolves. Thaddeus Young trascina i padroni di casa alla vittoria con 19 punti compreso un canestro da 3 decisivo a 90 secondi dalla fine. Nikola Pekovic chiude con 17 punti e 10 rimbalzi, mentre Ricky Rubio contribuisce con 11 punti, otto assist e sette rimbalzi. Non bastano ai Pistons i 24 punti di Caron Butler e i 20 con 6 assist di D.J. Augustin, che hanno aperto la stagione con due sconfitte di fila sotto la guida del neo coach Stan Van Gundy.

Blake Griffin con 23 punti e due tiri liberi decisivi a cinque secondi dalla sinistra trascina i Los Angeles Clippers al successo 93-90 contro gli Oklahoma City Thunder privi della superstar Kevin Durant. Chris Paul chiude con 22 punti sempre per i Clippers, mentre ai Thunder non bastano i 32 punti di Perry Jones. Oklahoma è costretta a fare a meno anche di Russell Westbrook per un infortunio alla mano nel secondo quarto. Grazie ai 21 punti di Dirk Nowitzki, i Dallas Mavericks superano gli Utah Jazz 120-102. Tyson Chandler, centro e leader emotivo di Dallas nella cavalcata al titolo di tre anni fa, chiude con 13 punti e sei rimbalzi. Non sono bastati ai Jazz i 17 punti e 11 rimbalzi di Derrick Favors. A Orlando, infine, John Wall con 30 punti e 12 assist trascina i Washington Wizards al successo sui Magic per 105-98. Marcin Gortat contribuisce con 20 punti e 12 rimbalzi, mentre ai padroni di casa non bastano i 23 punti e 12 rimbalzi di Nikola Vucevic.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata