Basket, Nba: Miami Heat, anche Wade e Bosh diventano free agent

Miami (Florida, Usa), 29 giu. (LaPresse/AP) - Si prospetta una rivoluzione in casa Miami Heat, franchigia Nba che negli ultimi 4 anni ha vinto due anelli ed è arrivata due volte in finale. Dopo LeBron James, anche le altre due stelle della squadra Dwyane Wade e Chris Bosh hanno fatto valere la clausola dell'opting out diventando free agent con un anno di anticipo rispetto alla scadenza di contratto. Inoltre, Udonis Haslem ha fatto sapere che non accetterà la proposta per giocare un'altra stagione a 4,6 milioni di dollari. La franchigia della Florida ha così liberato circa 66 milioni di dollari di tetto salariale, ed è in grado adesso di rinnovare la squadra: il primo obiettivo è confermare LeBron James e costruirgli attorno una squadra nuova e più giovane.

"Dwyane è stata la pietra angolare della nostra organizzazione per oltre un decennio, e speriamo che faccia parte della famiglia degli Heat a vita", ha dichiarato il presidente di Miami Pat Riley. "Udonis è stato il cuore pulsante di questa squadra per 11 anni. Ha fatto innumerevoli sacrifici per rendere questa squadra vincente. Siamo ansiosi di incontrarci con loro nei prossimi giorni per discutere insieme il nostro futuro", ha concluso. A questo punto oguno dei 'Big Three' degli Heat da martedì 1 luglio, quando si aprirà la finestra di mercato per i free agent, potrà parlare con le altre società. James in particolare sarebbe un obiettivo dei Chicago Bulls, Los Angelis Clippers, Houston Rockets e i Cleveland Cavaliers, squadra in cui ha militato nelle sue prime sette stagioni Nba.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata