Basket, Nba: Belinelli non basta, Spurs battuti dai Jazz. Cleveland e Memphis ok

Salt Lake City (Utah, Usa), 10 dic. (LaPresse/AP) - Marco Belinelli offre un contributo di 13 punti (5/7 da due, 0/2 da tre, 3/5 ai liberi) e 4 rimbalzi in 23 minuti di gioco ma non riesce a evitare la sconfitta di San Antonio contro Utah (100-96), che torna così a vincere dopo nove ko consecutivi. Agli Spurs, privi dell'infortunato Parker, non basta la doppia doppia di Tim Duncan (23 punti e 14 rimbalzi) ed i 16 punti di Kawhi Leonard. La franchigia di Salt Lake City realizza il parziale decisivo (12-2) a metà dell'ultimo quarto, trascinata dai 21 punti di Favors e dai 20 di Hayward, resistendo al tentativo di rimonta dei campioni Nba in carica. Ancora una panchina invece per Gigi Datome che assiste da spettatore alla sconfitta dei suoi Pistons in casa di Portland (98-86). Per Detroit, alla 13/a battuta d'arresto di fila, non sono sufficienti i 22 punti e 10 rimbalzi di Greg Monroe. Tra i Trail Blazers sugli scudi LaMarcus Aldridge, autore di una doppia doppia con 23 punti e 11 rimbalzi, e Wesley Matthews, a segno con 19 punti.

Nelle altre gare disputate prestazione sontuosa di LeBron James che guida Cleveland all'ottava vittoria consecutiva battendo in casa 105-101 Toronto. L'ex cestista dei Miami Heat mette a referto 35 punti (di cui 10 nel quarto quarto) segnando il canestro decisivo da tre punti a 48" dalla sirena. Successo casalingo anche per Memphis, trascinata da un Marc Gasol da 30 punti, contro Dallas, a cui non bastano i 30 punti di Chandler Parsons e il primato stagionale di Jammer Nelson (18 punti). Ottimo per i Grizzlies anche il contributo di Mike Conley (22) e Zach Randolph, con 17 punti e 13 rimbalzi. New York, ancora priva di Andrea Bargnani, cade sul parquet di New Orleans (104-93) punita dalla doppia doppia di Omer Asik (16 punti e 14 rimbalzi) e dai 27 punti di Tyreke Evans. Per i Knicks, alla nona sconfitta di fila, buone notizie da Amare Stoudemire, autore della miglior prestazione stagionale con 26 punti. Carmelo Anthony invece si è fermato a 17. Sorride anche Oklahoma City. Alla prima di fronte al suo pubblico dopo il rientro dall'infortunio, Kevin Durant segna 23 punti, impreziositi da 9 rimbalzi e 7 assist, e porta i Thunder al successo contro Milwaukee (114-101), anche grazie ai 28 punti di Russell Westbrook. Successo anche per Miami contro Phoenix (103-97) e dei Lakers su Sacramento (98-95), grazie a un'ottima prova di Kobe Bryant, autore di 32 punti di cui 9 nei decisivi 3 minuti finali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata