Basket, Milano batte Siena in gara-7 ed è campione d'Italia dopo 18 anni

Milano, 27 giu. (LaPresse) - Per una serie arrivata a gara-7, non poteva che esserci un epilogo palpitante, con una cornice degna per l'occasione: un Forum tutto esaurito con 13mila spettatori scatenati. A trionfare, per la 26/a volta nella sua storia e la prima dal 1996, è Milano, capace di spezzare con l'EA7 Armani il dominio della Montepaschi Siena che cede lo scettro dopo sette anni consecutivi. Ed è il grande ex, Luca Banchi, fino all'anno scorso sulla panchina dei toscani, a guidare l'Armani al trionfo dopo un'autentica battaglia. Nonostante un futuro societario tutto da inventare, tuttavia, la Mens Sana di coach Crespi onora l'impegno fino in fondo rendendo dura la vita all'Olimpia anche nella sfida decisiva.

Agli ospiti non bastano i 15 punti di Green, mentre i padroni di casa fanno fruttare i 18 di capitan Alessandro Gentile, miglior realizzatore e fresco di scelta al draft Nba, e i 13 di Niccolò Melli. Arrivata al Forum sul 3-3, Milano ha la grande occasione per chiudere i conti con il sostegno del pubblico amico. E il primo periodo è di marca Olimpia, che chiude 19-9. Nel secondo periodo, i toscani tirano fuori le unghie ma Milano, che tocca il +10, chiude sul 36-29 dopo il canestro di Jerrells. Nel terzo periodo, la Montepaschi tira fuori l'orgoglio. Hunter, Carter e Janning firmano il sorpasso sul 45-43 e un tiro di Green consente alla Mens Sana l'allungo: al 30', Siena è avanti di 54-48. L'ultimo quarto promette di essere vietato ai cuori deboli. Milano, trascinata da Gentile, i canestri decisivi di Melli ed Hackett e la tripla della sicurezza di Moss, chiude sul 74-67 e si aggiudica la serie. Sugli spalti del Forum, può iniziare la festa a lungo attesa.

"Prima di tutto, il merito va al club, che ha fatto investimenti nel tempo. Onore poi ai nostri anniversari, hanno reso la finale straordinaria, e per un ciclo di dieci anni indimenticabile". E' il primo commento di Luca Banchi, coach di Milano. "Se ci ho sempre creduto? Sì, avevamo bisogno solo di rimanere concentrati, gara-5 è stata una lezione", ha aggiunto il tecnico ai microfoni di Raisport.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata