Basket, la Fiat Torino vince soffrendo contro Cremona
I torinesi si impongono al supplementare dopo aver dilapidato un vantaggio di 18 punti

Vittoria sofferta per la Fiat Auxilium che, nella quarta giornata del campionato di Serie A di pallacanestro, ha la meglio su una coriacea Vanoli Cremona 85-82 (22-18, 48-30, 59-52, 74-74), capace di rimontare un duro passivo e portare ai supplementari Torino. La squadra di Vitucci vince la seconda (sempre in casa) ma deve rammaricarsi di aver sprecato un vantaggio di ben 18 punti e di non aver, quindi, chiuso prima un match che sembrava indirizzato verso una tranquilla vittoria. Cremona ci ha creduto e rimontato un deficit consistente ma la lucidità dei padroni di casa è emersa nel supplementare.

I ritmi bassi segnano l'inizio della partita con diversi errori al tiro per entrambe le squadre: solo a metà del primo quarto il gioco si fa più concreto con un tentativo di allungo della Vanoli cui subito risponde l'Auxilium. La squadra di casa riesce a trovare due triple di un buon Harvey e vede ingranare il leader Dj White, a segno in attacco e attento a rimbalzo. Quando Vitucci manda in campo i primi cambi, Poeta e Mazzola, la gara è ancora punto a punto e mancano 12 secondi alla fine, ma è ancora Harvey a infilare il +4. Torino avanti 22-18 dopo 10 minuti e bella prova dell'esterno americano.

Nella seconda frazione la Fiat tenta subito di imporre il suo gioco e cambiare ritmo, scappando a +8 (28-20) con due liberi messi a segno da Washington dopo un fallo antisportivo fischiato a Cremona. Torino ha però la colpa di non riuscire a concretizzare diverse occasioni per portare il vantaggio in doppia cifra: ci pensa però un'entrata di capitan Poeta a lanciare i piemontesi sul 30-20. E' il viatico per una fuga vera e propria, con l'Auxilium che mostra un' effettiva superiorità sul campo e mantiene a distanza Cremona, che si affida solo ai lampi di Biligha. I lombardi sbagliano molto e subiscono una tripla di Mazzola e la verve di Alibegovic (sempre utile dalla panchina) che in entrata porta l'Auxilium al massimo vantaggio, quel +18, con cui si chiude metà gara. Decisive le percentuali al tiro: nel secondo quarto padroni di casa a segno con il 60% dal campo, contro il 29% degli ospiti.

Inaspettatamente il rientro in campo è tutto appannaggio dei lombardi che confezionano un parziale di 5-0 e accorciano il distacco. La risposta della Fiat passa per le mani di Wright che trova tre punti con un'entrata rocambolesca e un libero preciso. E' sempre il play americano a punire Cremona, dimostrandosi più scorer che creatore di gioco, ma comunque utile a tenere Torino a +15. Washington è prezioso, distribuisce assist in attacco (per una schiacciata perentoria di White) e stoppa in difesa ma Cremona approfitta di un paio di errori torinesi per far sentire alla Fiat il fiato sul collo. Quando mancano meno di 2 minuti alla fine del terzo quarto, la Vanoli è a -7 (57-50) e ha rosicchiato 11 punti ai padroni di casa. Come sono solo 11 quelli segnati nel quarto da una Fiat che chiude avanti, ma con più di un patema, la frazione.

Il black out dell'Auxilium continua nell'ultimo quarto dove è Cremona ad andare per prima a segno con una tripla che riduce a 4 punti il vantaggio dei padroni di casa. Proprio da fuori Torino subisce il rientro cremonese: Gaspardo segna ancora da tre e gli ospiti sono ormai a 2 punti dall'impattare il match. Anche dopo una tripla di Poeta, la Vanoli riesce a replicare e a portare sul punto a punto una gara che sembrava a senso unico dopo venti minuti. In una bolgia come il Ruffini, Torino sa reagire e confeziona un mini parziale di 4-0 con Mazzola e Washington tentando di scrollarsi di dosso il ritorno della Vanoli. Un'operazione difficoltosa visto che una tripla di Mian prima e un pregiato alley-hoop dopo tengono su gli ospiti sempre più in partita sul 71-69. Per diversi minuti la gara rimane in stallo, a sbloccarla è un canestro di Cremona che va avanti di 1, davanti a un pubblico incredulo. Ma il capitano di Torino Peppe Poeta non ci sta: gioco da tre punti e Auxilium ancora avanti di 2 sul 74-72 con 86 secondi da giocare. Mian pareggia il match e la Vanoli, con l'ultimo possesso da giocare commette infrazioni di passi lasciando 2 secondi a Torino per tentare il tiro della vittoria. La palla di Poeta finisce sul ferro e si va ai supplementari.

Nel punto a punto dell'extratime una tiro da tre di Wright sembra far prendere il largo ai padroni di casa. Ma Cremona si gioca il tutto per tutto e si porta avanti con una tripla di York e a Torino serve il 2/2 di Wilson ai liberi per impattare. Wright e Poeta portano l'Auxilium a +4, ma la Vanoli trova il tiro da tre della vita che lascia il match ancora in bilico. L'ultimo possesso è degli ospiti ma gli 8 secondi rimanenti finiscono senza un canestro e Torino vince la sua seconda partita per 85-82.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata