Basket, Europei: Italia-Svezia 82-79, azzurri chiudono a punteggio pieno. Giovedì c'è la Slovenia

Capodistria (Slovenia), 9 set. (LaPresse) - L'Italia ha chiuso a punteggio pieno il proprio girone agli Europei di basket in svolgimento in Slovenia battendo anche la Svezia 82-79 nell'ultima gara prima della seconda fase. Top scorer tra gli azzurri Alessandro Gentile con 19 punti. Gli azzurri sono così l'unica squadra imbattuta nella prima fase dell'Europeo. Con 10 punti conquistati, gli Azzurri precedono Finlandia e Grecia nella classifica del gruppo D. In una partita che contava solo per le statistiche, l'Italia tiene a riposo Belinelli e Diener e concede spazio a giocatori impiegati fin qui di meno, come Poeta e Vitale. Dopo un buon avvio grazie alle triple di Aradori e Datome la Svezia comincia a rincorrere ma resta in scia grazie alle giocate individuali di Jerebko e soprattutto di Taylor (11 punti nella prima frazione). La bomba di Jerebko al 13' porta gli scandinavi al -3 (34-31). C'è il tempo per una fiammata azzurra ma poi è solo Svezia: le troppe distrazioni ci costano un parziale di 13-0. Squadre al riposo con gli svedesi in vantaggio 48-43. Il parziale di 7-1 con cui si ripresenta in campo l'Italia è offuscato subito dal quarto fallo di Datome e dalla tripla di Taylor, che tiene i suoi a distanza (52-49) dopo due minuti e mezzo di gioco nella ripresa. Il carattere degli azzurri riemerge prepotente sul finire di frazione grazie al 7-0 firmato Cusin e Aradori e alla ritrovata voglia di lottare su ogni pallone con cattiveria agonistica. L'ultima mini sirena arriva sul 63-63.

All'inizio dell'ultimo quarto l'Italia prosegue come aveva concluso allargando il parziale a 14-0, ma sul 70-63 gli svedesi non si abbattono e rientrano sul 71-70 a 5' dalla fine. Con Datome out per falli e Jerebko che pareggia (74-74) tocca a Cinciardini a prendere in mano la squadra insieme ai punti di Gentile. Nell'ultimo minuto di gioco gli azzurri dalla lunetta difendono i 4 punti di vantaggio (79-75). Il tabellone dice 82-79 con appena 6 secondi da giocare. La Svezia trova spazio per la tripla ma Jerebko non è preciso. L'Italia mantiene così la propria imbattibilità. Da giovedì 12 settembre la Nazionale giocherà a Lubiana la seconda fase all'interno del gruppo F, formato oltre che dagli azzurri, da greci e finlandesi, anche da Spagna, Slovenia e Croazia (le prime tre del gruppo C). Gli azzurri esordiranno giovedì 12 settembre con i padroni di casa della Slovenia. Nella nuova classifica l'Italia porterà in dote 4 punti (quelli ottenuti vincendo contro Finlandia e Grecia).

Il tabellino di Italia-Svezia 82-79 (27-20, 16-28, 20-15, 19-16), gara valevole per il gruppo D del campionato europeo.

Italia: Aradori 16 (3/7, 2/2), Gentile 19 (6/14, 1/3), Rosselli 3 (1/1 da tre), Vitali 7 (1/5, 1/1), Poeta (0/1), Melli 11 (4/4, 1/1), Belinelli ne, Diener ne, Cusin 7 (1/4), Datome 7 (2/3, 1/3), Magro ne, Cinciarini 12 (6/8). All. Pianigiani. Ass. Dalmonte, Fioretti.

Svezia: Hakanson 5 (1/2, 1/1), Skjoldebrand 2 (1/1), Kjellbom 6 (3/5), Pita ne, Gaddefors A. 2 (1/2, 0/2), Massamba T. 6 (2/2 da tre), Grant 3 (0/3, 1/2), Jerebko 21 (4/11, 2/6), Massamba B., Rush (0/1, 0/1), Taylor 28 (7/11, 2/7), Gaddefors V. 6 (3/4, 0/3). All. Dean. Ass: Gehrke, Timbus.

Arbitri: Ciulin (Rom), Dragojevic (Mne), Zashchuk (Ucr).

Tiri da due: Ita 23/46, Sve 20/40; tiri da tre: Ita 7/11, Sve 8/24; tiri liberi: Ita 15/18, Sve 15/18. Rimbalzi: Ita 32 (7 Aradori), Sve 34 (8 Jerebko). Assist: Ita 15 (5 Gentile), Sve 15 (5 Massamba T.).
Usciti 5 falli: Datome (Ita). Spettatori: 2000.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata