Nba, sconfitti i Raptors a Brooklyn nella notte della Juventus

Gli Spurs (11 punti di Marco Belinelli) battono i Lakers di LeBron James. Funziona il gemellaggio della squadra di New York con i bianconeri

Dieci le partite disputate nella notte NBA, con un solo italiano in campo: Marco Belinelli. La guardia di San Giovanni in Persiceto e i suoi San Antonio Spurs battono i Los Angeles Lakers 133-120. Un grande DeMar DeRozan ha trascinato i texani con 36 punti, 9 assist ed 8 rimbalzi. Buon contributo dalla panchina per Belinelli, autore di 11 punti, con 3 rimbalzi e 1 assist in 27 minuti sul parquet. Ai Lakers non basta il solito LeBron James, che sfiora la tripla doppia con 35 punti, 11 assist e 8 rimbalzi. Nel big match della notte i Golden State Warriors superano i Milwaukee Bucks 105-95 grazie ai 40 punti degli Splash Brothers (20 punti a testa per Steph Curry e Klay Thompson), mentre ai padroni di casa non bastano i 22 punti e 15 rimbalzi di uno scatenato Giannis Antetokounmpo. Per Golden State terza vittoria consecutiva e vetta della Western Conference sempre più vicina.

Serata particolare a Brooklyn dove è andata di scena la 'Juventus Night'. Una notte dedicata completamente ai colori bianconeri, vista la partnership tra i due club. Durante la partita di basket sono stata proiettati gli highlights della supersfida di campionato fra Juve e Inter, mentre cheerleaders con la maglia della Juventus si sono esibite nei vari intervalli. A bordo campo al Barclays Center anche l'ex bomber della Juve David Trezeguet. La partita ha visto i Brooklyn Nets sorprendere al supplementare i Toronto Raptors, leader della Eastern Conference, per 106-105. Decisivi i 29 punti di D'Angelo Russell e il canestro del definitivo sorpasso nell'overtime di Jarrett Allen. Ai Raptors non bastano i 32 punti di Kawhi Leonard.

Nelle altre partite della notte, i Philadelphia 76ers, senza Joel Embiid, superano i Detroit Pistons per 117-111 grazie ai 38 punti di Jimmy Butler e a un Ben Simmons da 18 punti e 14 rimbalzi. In casa Detroit non basta un Blake Griffin da 31 punti e 12 rimbalzi. Un canestro a 4 secondi dalla fine del finlandese Lauri Markkanen, autore di 24 punti, regala la vittoria ai Chicago Bulls per 114-112 contro gli Oklahoma City Thunder, nonostante la tripla doppia di Russell Westbrook da 24 punti, 17 rimbalzi e 13 assist. Vincono anche i Memphis Grizzlies contro i New Orleans Pelicans per 107-103 con 24 punti di JaMaychal Green. Cadono anche i leader della Western Conference, i Denver Nuggets, in casa degli Charlotte Hornets per 113-107 con 21 punti di Kemba Walker e i 19 del veterano Tony Parker. Gli Indiana Pacers superano in casa degli Orlando Magic per 112-90 con un Bogdanovic da 26 punti. I Miami Heat superano i Phoenix Suns 115-98, mentre i Sacramento Kings battono i Cleveland Cavaliers per 129-110 grazie ai 30 punti e 12 assist di De'Aron Fox.

In classifica: a Est sempre in testa i Toronto Raptors (nonostante la sconfitta) con 21 vinte e 6 perse), seguiti dai Milwaukee Bucks (16-8) e dai Philadelpphia 76ers (18-9). A Ovest classifica sempre cortissima: al comando i Denver Nuggets (17-8), seguono i Los Angeles Clippers (18-8) e i Golden State Warriors (18-9).

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata