Nba, a Ovest è lotta tra Golden State e Denver per il primato

Sei partite nella notte senza italiani impegnati. Vincono sia i Warriors che i Nuggets. Sconfitta a sorpresa per gli Utah Jazz

Sei le partite disputate nella notte NBA, senza italiani impegnati. Prosegue la lotta per il primato nella Western Conference fra i Golden State Warriors e i Denver Nuggets in vista dei playoff. I campioni in carica hanno battuto gli Indiana Pacers con il punteggio di 112-89 grazie ai 19 punti e 11 rimbalzi di DeMarcus Cousins, ai 18 di Klay Thompson e ai 15 di Steph Curry e Kevin Durant. Non bastano agli uomini di Nate McMillan, in lotta con Boston per il quarto posto ad Est, i 20 punti di Tyreke Evans. Successo di misura per i Denver Nuggets sul campo degli Washington Wizards per 108-113 grazie ad un Nikola Jokic da 15 punti e 11 assist. Non bastano ai padroni di casa i 25 di Bradley Beal.

La sorpresa della notte è la vittoria degli Atlanta Hawks sugli Utah Jazz per 117-114. Non bastano agli ospiti i 34 punti di Donovan Mitchell. Hawks trascinati da un Trae Young da 23 punti e 11 assist. Sempre in chiave playoff ad Ovest, Buddy Hield con 29 punti e Marvin Bagley con 22 e 12 rimbalzi trascinano i Sacramento Kings al successo sui Dallas Mavericks per 116-100. Nella altre gare della notte, i Detroit Pistons si impongono per 118-98 sui Phoenix Suns nonostante un Devin Booker da 26 punti. Blake Griffin con 17 punti e Andre Drummond con 16 e 19 rimbalzi trascinano Detroit al successo. Vittoria infine anche degli Charlotte Hornets ai danni dei Minnesota Timberwolves per 113-106 grazie al solito Kemba Walker, autore di 31 punti. Non bastano a Minnesota i 21 punti e 16 rimbalzi di Karl-Anthony Towns.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata