Mondiali, l'Italia batte l'Angola e stacca pass per il pre olimpico
Mondiali, l'Italia batte l'Angola e stacca pass per il pre olimpico

Gli azzurri di Sacchetti si qualificano con una giornata di anticipo per la seconda fase del torneo e ottengono la certezza di poter partecipare a uno dei quattro tornei di qualificazione per Tokyo 2020. Angola battuta 92-61, miglior marcatore Belinelli

Missione compiuta. Con la seconda vittoria in altrettante partite ai Mondiali di basket, in Cina, l'Italia di Meo Sacchetti si qualifica con una giornata di anticipo per la seconda fase del torneo ma soprattutto ottiene la certezza di poter partecipare ad uno dei quattro tornei di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020, in programma il prossimo anno. All'International Sports and Cultural Center di Foshan, gli Azzurri hanno battuto l'Angola per 92-61 in una gara valida per la seconda giornata del Gruppo D. Miglior marcatore degli Azzurri Marco Belinelli con 17 punti. Prestazione da incorniciare per Jeff Brooks, autore di una doppia doppia da urlo: 11 punti, 11 rimbalzi e titolo di MVP Fiba del match. In doppia cifra anche Hackett e Abass (11). I ragazzi di Sacchetti torneranno sul parquet mercoledì contro la Serbia (ore 13.30 in Italia), in palio il primato nel girone. Entrambe le squadre giocheranno comunque la seconda fase a Wuhan.

Dopo la confortante prova contro le Filippine, l'Italia scende in campo motivata e concentrata. I canestri dell'ex Virtus Bologna Moreira non intimidiscono per nulla gli Azzurri, che dallo 0-4 si organizzano e chiudono ogni spazio disponibile agli angolani. Gallinari e Hackett aprono la strada e Belinelli allarga il divario con una tripla, quella del 14-8, che gli vale il sorpasso a Bariviera nella classifica dei migliori bomber di sempre in Nazionale. Ora la guardia di San Antonio (2209 punti in 151 partite) è al quinto posto all time. Alessandro Gentile chiude il primo quarto 25-11, bene anche un utilissimo Paul Biligha sotto i tabelloni.

Nel secondo periodo l'Italia prende il largo trascinata da  Brooks, Gentile e Abass. Gli Azzurri vanno al riposo sul 44-21. La ripresa è una pura formalità. Sull'asse Beli-Gallo inizia la ripresa: tripla e 2+1 per Belinelli, schiacciata e tripla per Gallinari. Ventinove punti di scarto per l'Italia (57-28) al 26esimo. Il match prosegue sugli stessi binari anche negli ultimi dieci minuti e per l'Angola non c'è modo di arginare un'Italia che corre verso la seconda vittoria consecutiva al Mondiale. Finale amaro: Paulo e Ale Gentile vengono a contatto e gli arbitri fischiano doppio fallo antisportivo. Il numero 9 africano esagera e rifila una testata all'Azzurro, che esce dal campo con una piccola ferita sanguinante. Espulsione per Paulo dopo il secondo fallo antisportivo. Un episodio che macchia ma non rovina una serata di festa per i ragazzi di coach Sacchetti.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata