Basket Nba, Golden State torna alla vittoria. Gli Spurs battono i Thunders

Dopo due sconfitte, i Warriors passano sul difficile parquet di Philadelphis. San Antonio batte Oklahoma City. Grave sconfitta per i Lakers

Dopo due sconfitte Golden State rialza la testa espugnando il parquet di Philadelphia 120-117 trascinata dai 28 punti (di cui 11 nell'ultimo quarto) di Steph Curry. E' Durant tuttavia il miglior realizzatore dei Warriors con 34 punti. I 76/ers se la giocano fino alla fine contro i campioni in carica ma alla fine devono arrendersi nonostante la tripla doppia di Simmons con 25 punti, 15 rimbalzi e 11 assist. Bene per Phila anche Scott (22 punti) e Butler (21 punti). San Antonio si sbarazza senza grosse difficoltà di Oklahoma City (116-102) nonostante Marco Belinelli metta a referto appena 4 punti e 1 assist in 15' di impiego. E' Aldridge, in doppia doppia con 27 punti e 10 rimbalzi, a fare la differenza, mentre dall'altra parte, anche in virtù dell'assenza di Paul George, non bastano i 19 punti di Weastbrook, con 8 assist.

Nelle altre gare Nba disputate nella notte spicca il tonfo dei Lakers, che cadono 118-109 a Phoenix e vedono quasi compromessa la corsa ai playoff. Ai gialloviola non bastano i 27 punti e 16 assist di LeBron James così come i 25 punti di Ingram e i 21 di McGee. Nei Suns ottime prove di Ayton, in doppia doppia con 26 punti e 10 rimbalzi, e Booker, autore di 25 punti. Utah sorprende Milwaukee (115-111) punita dalla prestazione super di Mitchell, che infila 46 punti. Ottimo anche il contributo di Favors con 23 punti e 18 rimbalzi. Antetokounmpo non è da meno con una tripla doppia sfiorata da 43 punti, 14 rimbalzi e 8 assist. Ko interno anche per Denver, che cade sotto i colpi dei Pelicans (112-120) trascinata dai 29 punti di Holiday e dai 28 di Randle (con 10 rimbalzi). Inutili per i Nuggets i 20 punti, 9 rimbalzi e 7 assist di Jokic. Orlando passa a Indianapolis 117-112 grazie ai 27 punti di Vucevic e ai 23 di Ross e conquista l'ottavo posto, l'ultimo utile per i palyoff, a Est. Tra i Pacers gli ultimi ad arrendersi sono Bodganovic (25) e Collison (23). Dallas crolla in casa contro Memphis (81-111) nonostante i 22 punti di Doncic, mentre Miami travolge Brooklyn (117-88). Detroit infine passeggia sul parquet di Cleveland (93-129).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata