Basket, Europeo donne: Italia battuta dall'Ungheria
© fiba.basketball
Basket, Europeo donne: Italia battuta dall'Ungheria

Dopo il successo all'esordio con la Turchia, le azzurre sono state battute dalle magiare 51-59 pagando la pessima serata al tiro (17/68)

L'Italia è stata sconfitta dall'Ungheria a Nis (Serbia) nel secondo impegno dell'EuroBasket Women 2019. Dopo il successo all'esordio con la Turchia, le azzurre sono state battute dalle magiare 51-59 pagando la pessima serata al tiro (17/68). La miglior marcatrice della nostra Nazionale è stata Giorgia Sottana con 16 punti, in doppia cifra anche Sabrina Cinili a quota 12. Domani giorno di riposo, domenica si torna in campo per l'ultimo impegno con la Slovenia (ore 18.30) che vale il secondo posto. Ungheria già certa del primo, Turchia eliminata. In ogni caso l'Italia il 2 luglio giocherà a Belgrado lo spareggio per i quarti di finale contro una tra Belgio, Bielorussia, Russia e Serbia. Caterina Dotto ha preso il posto della gemella Francesca nello starting five composto anche da Sottana, Zandalasini, Cinili e Andrè. Come con la Turchia, le azzurre hanno incassato un parziale pesante nel primo quarto (0-11) e così dal 6-2 firmato da Sottana e Andrè si è passati al 6-13. L'Ungheria ha continuato ad allungare fino al 14-25 monetizzando le pessime percentuali di tiro dell'Italia (10/37 a fine primo tempo). Sul -11 però, l'energia di Cubaj e Romeo han cambiato la faccia delle Azzurre, che con un contro-parziale di 12-0 sono andate all'intervallo sul +1 (26-25).

 Nel terzo quarto l'Italia ha continuato a faticare a trovare il canestro e l'Ungheria ha nuovamente trovato il vantaggio chiudendo poi il parziale sul +6 (39-33). In apertura di ultimo quarto la tripla di Raksanyi dall'angolo ha dato alle magiare il +11. I tre liberi di Cinili e 9 punti di Sottana hanno tenuto le Azzurre in linea di galleggiamento (46-51 al 36'), poi il gioco da tre punti di Zandalasini è valso il -3. Sul possesso successivo anche Hatar ha però trovato il canestro e l'aggiuntivo, subito imitata da Raksanyi (49-58) e così l'Ungheria si è avviata verso il secondo successo del suo Europeo. "Congratulazioni all'Ungheria che ha giocato una partita molto solida", il commento di coach Crespi. "Abbiamo sbagliato tanti tiri, è vero, ma credo che in una partita a basso punteggio e così equilibrata e nella quale facevamo fatica a fare canestro la differenza l'abbiano fatta i 7 giochi da tre punti che la nostra difesa ha concesso. Ci hanno creduto più di noi e questo - ha aggiunto - mi fa male. Non sono come certi allenatori che dicono che abbiamo preso buoni tiri ma li abbiamo sbagliati, tanto per scaricare la responsabilità sulle giocatrici. Il giorno di riposo ci farà bene perché credo che sia giusto, se si vuole fare un salto di qualità, sentire il fastidio dentro. Il fastidio dentro, se ti dà veramente fastidio, mette le basi per la personalità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata