Barzagli: Juve ok contro Trabzonspor, ma ora testa al Milan. CdA approva semestrale: utili per 4.8 mln

Torino, 28 feb. (LaPresse) - "Ieri abbiamo fatto molto bene in Turchia, è stata una bella vittoria. Già da oggi però abbiamo nella mente solo il Milan". Lo ha detto Andrea Barzagli ai microfoni di Sky Sport all'indomani della sfida di Europa League contro il Trabzonspor. "Contro il Milan sarà una partita difficile, siamo pronti a sfidare Balotelli ma non solo lui. In casa loro sono molto temibili, è una partita che tutte e due le squadre vorranno vincere. Noi vogliamo far bene e andare lì per vincere", ha aggiunto il centrale bianconero.

Barzagli ha parlato anche del prossimo turno di Europa League contro la Fiorentina: "Sarà una sfida affascinante, peccato incontrarsi negli ottavi. Speravo di trovare un'italiana più in là". "Ma è una sfida che sappiamo quando ci tengono anche le due tifoserie, è molto sentita. Ci conosciamo bene e speriamo sia una partita spettacolare e di passare noi", conclude.

Dopo il successo per 2-0 di Trebisonda e la qualificazione agli ottavi di Champions League, prosegue il tour de force della Juve in vista del big match di domenica sera contro il Milan a San Siro. La comitiva bianconera, dopo la gara contro il Trabzonspor, ha giusto avuto il tempo di riposare questa notte e di imbarcarsi sul volo che li ha riportati a Torino nel primo pomeriggio.

La preparazione di una gara tanto importante impone di accelerare i tempi. Così, appena rientrata da Trebisonda, la squadra di Antonio Conte ha raggiunto Vinovo per allenarsi e sostenere un lavoro defaticante. Domani i bianconeri saranno di nuovo in campo, questa volta al mattino, per la rifinitura alla vigilia della gara. Appuntamento allo Juventus Center, ancora nel pomeriggio.

Il Consiglio di Amministrazione, presieduto da Andrea Agnelli, intanto, ha approvato oggi la Relazione finanziaria semestrale al 31 dicembre 2013. Il primo semestre dell'esercizio 2013/2014 - si legge in una nota - si è chiuso con un utile di 4,8 milioni di euro, che evidenzia una variazione negativa di 6,5 milioni rispetto all'utile di 11,3 milioni dell'analogo periodo dell'esercizio precedente.

Tale andamento deriva, sostanzialmente, dall'incremento del costo dei giocatori tesserati per 11,6 milioni, da un aumento contenuto dei ricavi per 5,8 milioni (influenzati negativamente dalla disputa di una partita casalinga in meno nel semestre in esame), nonché da altre variazioni nette negative per 0,7 milioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata