Barzagli: Inter grande squadra, ma scontro diretto non decisivo

Torino (Italia), 1 nov. (LaPresse) - L'Inter è "una grande squadra. Anche se quest'anno ha cambiato diversi giocatori, sono rimasti alcuni trascinatori, anche dell'anno del triplete. Ha fatto inserimenti di giocatori buoni, quindi è normale che sia una rosa molto competitiva e lo sta dimostrando". Così il difensore della Juventus, Andrea Barzagli, parla ai microfoni di Sky Sport.

All'Inter sembra iniziato un periodo di rifondazione, un po' com'è stato per la Juve due anni fa. "Sì, ma anche se c'è stata una rifondazione, penso che le basi solide siano rimaste. È arrivato anche un allenatore giovane, che ha voglia di emergere e sta facendo giocare bene l'Inter. Di conseguenza - spiega il difensore toscano - sono stati presi giocatori bravi, che hanno voglia di dimostrare ed è per questo che penso che l'Inter quest'anno voglia lottare per qualcosa".

Sabato allo Juventus Stadium si scontreranno due filosofie di gioco diverse. "La nostra filosofia è chiara - spiega Barzagli - noi cerchiamo sempre di tenere palla e di costruire. Mi sembra che anche loro, messi con la difesa a tre, abbiano giocatori per impostare il gioco. Ognuno, poi, ha la sua manovra e vedremo in campo come andrà a finire. Forse loro puntano di più sulle individualità in attacco e sulle ripartenze, mentre voi giocate prevalentemente come squadra, partendo anche da dietro con la manovra. Sì, questo è vero. È da sempre che cerchiamo di costruire dalla difesa per poi arrivare in attacco con giocate sincronizzate. Magari, loro hanno più giocatori individuali e difendono con più uomini e poi ripartono, avendo giocatori che comunque sono bravi davanti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata