Barcellona, ecco Gerardo Martino: l'argentino sponsorizzato da Messi sulle orme di Guardiola

Barcellona (Spagna), 23 lug. (LaPresse) - Da Tito a Tata. Il Barcellona ha scelto il tecnico che sostituirà in panchina lo sfortunato Tito Vilanova, costretto a lasciare a causa di un nuovo peggioramento delle sue condizioni di salute. Sarà Gerardo 'Tata Martino' ad allenare per le prossime due stagioni la società blaugrana, che con l'acquisto della stella Neymar ambisce a confermarsi in Spagna e tornare sul tetto d'Europa. L'allenatore argentino, nato a Rosario il 20 novembre 1962, è concittadino di Messi e suo 'sponsor' principale. Da allenatore Martino ha ottenuto ottimi risultati con la nazionale paraguaiana, riuscendo a qualificarsi nel Mondiale 2010 in Sudafrica e arrivando fino alla finale della Coppa America del 2011, persa con l'Uruguay. Alla fine del 2011 torna al Newell Old Boys dove ha militato da giocatore, conquistando nel 2013 il Torneo Final.

I media spagnoli l'hanno già soprannominato lo 'stratega'. Il primo comandamento del nuovo allenatore del Barcellona è il collettivo, nonostante lasci spazio alle individualità. Gioca per vincere, ma è amante del bel gioco. Lo stile che applica alle sue squadre è fatto di aggressività, intensità e capacità di recuperare il pallone con un pressing il più avanti possibile. Sarà un Barcellona che farà grande possesso palla e che nella mente dei vertici blaugrana ricorderà da vicino la squadra allestita da Guardiola, capace di impressionare in tutta Europa. Gerardo Martino è stato accostato anche a Marcelo Bielsa, nato nella sua stessa città e suo allenatore ai tempi del Newell Old Boys. Può essere definito un allievo dell'ex tecnico dell'Athletic Bilbao, soprattutto per il modo schietto e diretto di gestire i rapporti con i giocatori, ma, rispetto al 'Loco', Martino è più offensivista, dedito a un gioco più spettacolare e veloce.

Se dall'ambiente catalano il nuovo tecnico è stato accolto con un po' di scetticismo, ci ha pensato uno dei leader dello spogliatoio blaugrana, Andrés Iniesta, a dare il benvenuto a Gerardo Martino. "Quello che il club decide è il meglio per il club - ha esordito ai microfoni di Marca - Credo che sia l'allenatore ideale. E' una buona decisione, ha affrontato un Mondiale in Sudafrica. Sembra un buon allenatore". Di certo tuttavia il passato e il presente del Barcellona non si incroceranno nell'amichevole di domani con il Bayern Monaco: Martino infatti non dirigerà la squadra nell'affascinante test che vedrà per la prima volta da avversario contro la sua ex squadra il nuovo allenatore dei bavaresi Pep Guardiola. Solo nelle prossime ore verrà annunciata la data dell'arrivo in Spagna di Martino e la sua presentazione ufficiale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata