Barça lo vuole a tutti i costi, Thiago Silva: Balotelli? Uno da PSG

Barcellona (Spagna), 11 giu. (LaPresse) - E' un affare difficile ma non impossibile il passaggio di Thiago Silval Barcellona. E' quanto scrive questa mattina il quotidiano catalano Mundo Deportivo, secondo cui il centrale brasiliano resta il vero e unico grande obiettivo del club catalano per rinforzare la difesa. Per strappare il nazionale brasiliano al PSG, però, servono tanti soldi e l'unico modo per trovare le risorse disponibili è quello di cedere alcuni dei pezzi pregiati della squadra. Dopo l'affare Neymar, infatti, il Barça non può permettersi altre follie.

In particolare, secondo Mundo Deportivo, il Barcellona potrebbe prendere in considerazione eventuali offerte per Cesc Fabregas. Il centrocampista piace molto in Premier League, in particolare ai due club di Manchester, City e United, e all'Arsenal. Anche i giovani Thiago Alcantara e Tello potrebbero essere messi sul mercato, il centrocampista figlio di Mazinho potrebbe andar via però solo se qualcuno pagherà la clausola rescissoria di 18 milioni di euro.

"Balotelli è uno da PSG? Sicuro. Tutti i grandi giocatori devono giocare in grandi squadre. Mario lo è, mi piace di brutto. Spero che il 22 giugno lui rimanga fuori perchè è un grande attaccante e potrebbe fare la differenza per l'Italia". Così Thiago Silva intercettato in Brasile dai microfoni di Sky Sport, parla di Mario Balotelli e dell'imminente sfida tra Italia e Brasile in Confederations Cup. Il difensore sudamericano è stato nel ritiro della Nazionale per salutare alcuni amici: "Parlo sempre con i miei ex compagni Pirlo e Abate e con Sirigu che è mio compagno al PSG. No no, non ho nostalgia dell'Italia, sono venuto solo a salutare gli amici".

Un Thiago Silva rilassato e che ha parlato a tutto campo anche del futuro del Paris Saint-Germain: "Ho parlato con Ancelotti, sono venuto al PSG per lui e per Leonardo. Mi dispiace questa situazione e spero che si possa subito trovare un accordo, perchè è difficlle anche per noi giocatori. Speriamo l'anno prossimo di avere ancora una squadra forte per lottare per la Champions".

Su un possibile ritorno in Italia di Ibrahimovic, invece, l'ex milanista non si sbilancia: "Non ho più sentito Ibra da quando sono in Brasile, lui ora è in vacanza e si deve riposare. Poi dopo parleremo del futuro che è una cosa importante". Infine sulla conferma di Allegri sulla panchina del Milan: "Secondo me hanno fatto bene, perchè lui al primo anno ha vinto subito il campionato. Questa situazione era difficile, ma Allegri è una persona fantastica un grande allenatore e ha fatto benissimo. Spero l'anno prossimo possa vincere il campionato che è la cosa più importante per il Milan".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata