Barça cala il poker e vola agli ottavi. Pari per Chelsea e Arsenal

Torino, 1 nov. (LaPresse) - Barcellona formula 200. Ovvero la cifra di reti in maglia blaugrana che Leo Messi ha abbondantemente superato nella trasferta contro il Viktoria Plzen, finita con la consueta goleada: 4-0 e tris della 'Pulce'. Ma duecento anche come le presenze sulla panchina del Barcellona di Pep Guardiola, che festeggia l'accesso agli ottavi di finale con due incontri di anticipo. Negli altri incontri della serata spicca il 3-1 rifilato dal Valencia al Bayer Leverkusen, con il Chelsea frenato sull'1-1 a Genk. Nel big match del girone F Arsenal e Marsiglia non si fanno male, il Borussia rosicchia terreno battendo l'Olympiakos. Non smette di stupire l'Apoel Nicosia che batte all'ultimo minuto il Porto, bel passo in avanti dello Zenit che supera di misura lo Shakhtar.

RISULTATI. Gruppo E: Genk-Chelsea 1-1, Valencia-Bayer Leverkusen 3-1. Classifica: Chelsea 8 punti, Bayer Leverkusen 6, Valencia 5, Genk 2.

Gruppo F: Arsenal-Marsiglia 0-0, Borussia Dortmund-Olympiakos 1-0. Classifica: Arsenal 8, Marsiglia 7, Borussia Dormund 4, Olympiakos 3.

Gruppo G: Apoel Nicosia-Porto 2-1, Zenit San Pietroburgo-Shakhtar Donetsk 1-0. Classifica: Apoel Nicosia 8, Zenit San Pietroburgo 7, Porto 4, Shakhtar Donetsk 2.

Gruppo H: Bate Borisov-Milan 1-1, Viktoria Plzen-Barcellona 0-4. Classifica: Barcellona 10, Milan 8, Bate Borisov 2, Viktoria Plzen 1.


ZENIT SAN PIETROBURGO-SHAKHTAR 1-0
Lo Zenit San Pietroburgo ha battuto 1-0 lo Shakhtar Donetsk nell'incontro del gruppo G di Champions League. Decisiva la rete di Lombaerts al 46'. Per i russi tre punti che valgono il secondo posto a 7 punti.

VIKTORIA PLZEN-BARCELLONA 0-4 Tutto facile per il Barcellona nella trasferta sul campo del Viktoria Plzen nell'incontro del gruppo H. I blaugrana travolgono i cechi 4-0 grazie alla tripletta di Messi (rigore al 24', 47' pt e 47' st) e all'acuto di Fabregas al 27' della ripresa. Grazie a questo successo i blaugrana salgono a quota 10 nel girone e si qualificano agli ottavi con due partite di anticipo, mentre il Viktoria, costretto all'inferiorità numerica dal 22' per il rosso sventolato a Cisovsky, rimane fanalino di coda con 1 punto. Per la squadra catalana serata all'insegna delle celebrazioni: Guardiola ha festeggiato le 200 panchine in blaugrana, Messi ha sfondato quota 200 reti con la maglia del club e il portiere Victor Valdes ha stabilito il nuovo primato di imbattibilità nella storia blaugrana.

CHELSEA-GENK 1-1 Finisce in parità (1-1) la sfida del gruppo E di Champions League tra Genk e Chelsea. Blues in vantaggio con Ramires al 25' del primo tempo, poi pareggio dei belgi con Vossen su rigore al 15' della ripresa. Rammarico londinese per il rigore fallito da David Luiz. In virtù di questo risultato la squadra di Villas Boas rimane prima nel girone con 8 punti, il Genk ancora imbattuto in casa in Europa sale a quota 2 ma rimane fanalino di coda.

VALENCIA-BAYER LEVERKUSEN 3-1 Il Valencia frena la corsa del Bayer Leverkusen travolgendo al Mestalla i tedeschi 3-1, nell'incontro del gruppo E di Champions League. Spagnoli in rete con Jonas (pt 1'), Soldado (20' st) e Rami (30' st). Inutile per il Leverkusen la rete di Kiessing al 30' del primo tempo. Grazie a questo successo il Valencia conquista la prima vittoria stagionale in Champions salendo a quota 5 punti nel girone, al terzo posto e ad un punto di distacco dal Bayer secondo dietro al Chelsea.

ARSENAL-MARSIGLIA 0-0 Pareggio a reti bianche per Arsenal e Marsiglia nella sfida del girone F di Champions League. Primo tempo vivace, ripresa senza troppe emozioni. I Gunners mantengono il primo posto in classifica salendo a 8 punti, uno in più dei francesi.

BORUSSIA DORTMUND-OLYMPIAKOS 1-0 Al Borussia Dortmund è sufficiente una rete di Grosskreutz al 7' del primo tempo per avere ragione dell'Olympiakos nell'incontro del gruppo F. Grazie a questa vittoria i tedeschi, reduci da due sconfitte consecutive, conquistano la prima vittoria stagionale in Champions League e si portano a quota 4 punti, scavalcando al terzo posto i greci, fermi a 3.

APOEL NICOSIA-PORTO 2-1 Non smette di stupire l'Apoel Nicosia che mantiene l'imbattibilità nel girone G. I ciprioti battono il Porto 2-1 in casa e mantengono il primato del gruppo salendo a 8 punti. Formazione di casa in rete con Ailton su rigore al 42' del primo tempo, quindi il pareggio dei lusitani con Hulk al 44' della ripresa, anche lui dal dischetto. Un minuto dopo la rete della vittoria firmata da Manduca. Il Porto rimane fermo al terzo posto a 4 punti, scavalcato dallo Zenit vittorioso contro lo Shakhtar.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata