Balotelli non punge, Verratti salva una spenta Italia: 1-1 in Olanda

Amsterdam (Olanda), 6 feb. (LaPresse) - L'Italia evita la sesta sconfitta consecutiva in amichevole uscendo da Amsterdam con un pareggio. Gli azzurri soffrono a lungo le iniziative degli Orange, gli azzurri subiscono e si svegliano solo nel finale, dove trovano l'1-1 firmato da Verratti. Ma il risultato è l'unica cosa da salvare di una Nazionale capace di esprimere un gioco convincente solo a sprazzi. Delude la neo coppia milanista El Shaarawy-Balotelli e il modulo optato dal ct che schiera i suoi uomini con uno sperimentale 4-3-3 nel quale Candreva riveste il ruolo di esterno alto. Nella ripresa il cambio di modulo e i cambi danno ragione a Prandelli, che deve ringraziare la grande prova di Buffon decisivo in più di un'occasione.

E' un'Italia timida quella che si vede nel primo tempo. A creare i maggiori pericoli è infatti l'Olanda, che impegna Buffon in due occasioni: al 17', sulla girata di van Persie, il numero uno azzurro è bravo a spazzare via di piede. Ancora Buffon è bravissimo al 25' a rispondere a Maher. Superata la mezz'ora la replica dell'Italia è affidata a Balotelli ma il destro del neo milanista si spegne a lato. Al 33' passano gli Orange. E' l'attaccante del Psv Eindhoven Lens a sbloccare il risultato con un destro al volo, dopo aver superato Barzagli con un 'sombrero'. Nell'occasione, gravi colpe della retroguardia di Prandelli che non riesce a liberare l'area dopo il sinistro di Maher. La nostra Nazionale potrebbe trovare il pareggio un minuto prima dell'intervallo, ma Abate anziché concludere serve El Shaarawy, anticipato nell'occasione dai difensori olandesi. Nella ripresa Prandelli prova a dare la scossa inserendo Florenzi e Diamanti, fuori Candreva e Pirlo. Tra gli Orange Van Persie lascia il posto a Robben. Al 6' ci prova John di sinistro: Buffon blocca senza problemi. Il ct richiama Balotelli, fischiato dal pubblico, e getta nella mischia Osvaldo. Poco dopo, De Rossi rileva Verratti. Altro brivido per il portiere azzurro al 22', ma il sinistro dalla distanza di Strootman è fuori. Ancora lavoro per Buffon tre minuti dopo: sinistro di Lens, il portierone azzurro ci mette la mano. Quindi è Robben a seminare il panico nella retroguardia italiana: sinistro in diagonale dell'esterno del Bayern, ma il pallone si spegne a lato (33').

Nei minuti finali cresce l'Italia che si rende pericolosa con un colpo di testa di Osvaldo sul cross di Florenzi, fuori di poco (38'). Ancora l'attaccante della Roma impegna Krul di destro (41'), poi ci prova Gilardino in spaccata ma il portiere olandese devia in angolo. L'assedio azzurro raccoglie finalmente i suoi frutti con la rete in pieno recupero di Verratti: al 46' il centrocampista del Psg trova lo scambio con Gilardino e batte Krul con un gran sinistro che s'insacca sotto la traversa. Per l'ex giocatore del Pescara, primo gol con la maglia della Nazionale. Ma il gol maschera i problemi di un'Italia che continua a deludere nelle uscite in amichevole.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata